LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ASINARA Eden da tutelare o risorsa da sfruttare?
di Pinuccio Saba
LA NUOVA Sardegna 30 dicembre 2005






PORTO TORRES. Primo faccia a faccia sul futuro dell'Asinara fra la "comunit scientifica" e l'architetto Vanni Maciocco da una parte, e il presidente della giunta regionale Renato Soru dall'altra. Un faccia a faccia al quale hanno partecipato il presidente della provincia di Sassari Alessandra Giudici e il sindaco di Porto Torres, nonch padrone di casa, Luciano Mura. Un incontro che, per , non avrebbe completamente convinto n Soru n il sindaco di Porto Torres.
Pomo della discordia, il futuro dell'isola. Da una parte la posizione della comunit scientifica che ha disegnato un'Asinara bucolica, in grado di sopportare la presenza di poche centinaia di persone al giorno, la maggior parte delle quali addette ai lavori fra studiosi, personale del parco e personale della forestale. Dall'altra, quella della Comunit del parco, con gli amministratori regionali e locali, con una visione pi pragmatica, che deve fare i conti con un territorio che soffre una devastante crisi economica. In mezzo, quasi fra due fuochi, il progettista del Piano del parco (apprezzato apertamente da Soru), l'architetto Vanni Maciocco, che ha cercato di spiegare la filosofia di base del suo progetto che parte dalla tutela dell'ambiente, con una cauta apertura alla presenza (turistica) dell'uomo. E a questo proposito Soru ha sottolineato che l'Asinara non in vendita.
Alla fine, pur ammettendo che devono ancora essere studiati alcuni degli argomenti affrontati nel corso dell'incontro, ha dato un "suggerimento": Iniziamo a ripulire l'isola, a portare via carcasse di auto e tutti i rifiuti ha detto . Quello, almeno, potremo farlo. Soru apparso piuttosto contrariato quando nessuno stato in grado di stabilire quante sono le persone che potrebbe accogliere, quotidianamente, l'Asinara. Gli esperti, infatti, si sono contraddetti e c' stato chi ha sostenuto che il numero massimo era di cinquecento persone, chi quel numero lo ha raddoppiato. Come non stato possibile capire esattamente se le risorse idriche dell'isola sono sufficienti. Un esperto ha affermato che c'era poca acqua e per giunta inquinata, un altro ha ricordato che quelle stesse risorse hanno fornito acqua a millecinquecento persone. E poi, agricoltura s, ma solo come recupero storico delle attivit agrozootecniche. Troppo poco per accontentare Renato Soru che, forse, si attendeva risposte pi precise. Un balletto di pareri che ha spinto il sindaco a sottolineare la propria meraviglia per una situazione ambientale quasi drammatica, almeno per come stata prospettata dagli esperti.
Questi problemi si stanno presentando solo ora, senza la presenza dell'uomo all'Asina-ra ha detto . Ci prospettate un parco-bomboniera ma la storia diversa. Non voglio raccontare la barzelletta che il carcere ha tutelato l'ambiente, ma la presenza dell'uomo - questo sar servita a mantenere un certo equilibrio. Il numero dei cinghiali e delle capre era controllato e le produzioni agrozootecniche, anche se a livelli di sussitenza, funzionavano. E' un fatto su cui occorre riflettere.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news