LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

POMPEI.Scavi, il grande flop delle feste
NADIA LABRIOLA
31/12/2005, Giornale di Napoli


LA SOPRINTENDEZA DISPONE L'APERTURA DEI SITI ARCHEOLOGICI, MA LE CORSE DELLA CIRCUMVESUVIANA Si FERMANO ALLE 13

A Natale solo 23 turisti ad Ercolano, 563 a Pompei. Capodanno a rischio

POMPEI. Gli Scavi non chiudono per ferie. Ma i turisti non scelgono i siti archeologici come meta delle proprie vacanze invernali. Il successo nei tre giorni "natalizi" stato alto, poich si parla di 5mila visitatori. Tuttavia, andando a vedere sito per sito, i dati non sono dei pi incoraggianti. Partiamo dal 24 dicembre: a Pompei complessivamente i turisti a varcare la soglia degli Scavi sono stati 1391, cos divisi: a Porta Marina (ingresso principale) 956, a piazza Anfiteatro (nei pressi della chiesa) 93, a piazza Esedra (dove di norma entrano i gruppi) 342. A Ercolano, complessivamente, i visitatori sono stati 165. Il vero flop arrivato il giorno di Natale. Il 25 dicembre a Pompei sono giunti 563 persone, divisi cos: Porta Marina 411, piazza Anfiteatro 86, e 66 a piazza Esedra. A Ercolano, invece, solo 23 persone si sono recate in visita agli Scavi.
Il dato pi confortante ovviamente quello registrato nel giorno di Santo Stefano: a Pompei sono'arrivati 3415 turisti (divisi in 1844, 425 e 1146 persone), a Ercolano 154, per un totale complessivo di 3569 persone. D'altra parte, per, il 26 dicembre da sempre il giorno del boom. La Soprintendenza ha in qualche modo investito tanto, in termini di risorse e in termini economici, ma con un ritorno minimo. E il rischio che a Capodanno si repli-
chi. L'area archeologica tra le pi visitate al mondo rester aperta, dopo Natale, anche domani. La Soprintendenza archeologica ha confermato infatti l'apertura straordinaria dei siti archeologici di Pompei, Ercolano, Oplontis, Stabia, Boscoreale) con il consueto orario, ultimo ingresso alle ore 15,30. Ma c' un ma. Dalla stazione della Circumvesuviana Pompei-Villa dei Misteri, l'ultimo treno per tornare a Napoli partir alle 13,07. Quasi tre ore prima dell'ultimo ingresso agli Scavi, che chiuderanno attorno alle 17. In ogni caso, tra le iniziative destinate ai visitatori, continueranno "Le stagioni nell'antica Pompei" con "L'Inverno: Pompei romantica", percorso curato dal Laboratorio di Ricerche Applicate diretto da Annamaria Ciarallo. Il percorso di tema letterario comprende piazza del Foro e Villa di Diomede, che segnava all'epoca l'ingresso agli scavi, e porter il visitatore nei luoghi della letteratura romantica ottocentesca. Nella Casa di Sallustio, che
era una delle mete obbligate dei viaggiatori romantici, allestita una piccola mostra, dal titolo "Le rovine nei racconti". Per accompagnare il visitatore e rivivere le "sensazioni" ottocentesche sono riproposti anche alcuni prodotti realizzati con le ricette coeve e ormai andati completamente in disuso come, ad esempio, i rosoli citati nella letteratura romantica.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news