LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Banditalia
Marco Travaglio
31/12/2005, L'Unità

A furia di ripetere che "non è una nuova Tangentopoli", lo scandalo Banditalia comincia a somigliare parecchio a Tangentopoli. E' vero che i nuovi rapinatori in guanti gialli e colletto bianco rubavano per sé e solo dopo, eventualmente, per i partiti. Ed è vero che i politici dovevano penare parecchio, per mettere da parte qualche euro. Ma, per il resto, quante analogie. Residenze private come la grotta di Alì Babà, vedi la casa-museo di Sergio Billè in via Ara Coeli: mobili del '700, anfore d'epoca, orologi antichi, lampadari di Murano, fauni danzanti, incisioni del Piranesi, tele del Cignaroli. Mancano solo i lingotti nel puff, come a casa di Duilio Poggiolini, il re della malasanità. In compenso, pare, ci sono giornalisti a libro-paga, come ai bei tempi della Montedison. Nel '92 fecero epoca il Parmigianino di un assessore regionale laziale del Lazio, in arte "Dieci per cento", e i 60 dipinti di gran pregio (Picasso, Modigliani, Guttuso, Morandi,De Chirico e Dalì) sequestrati nell'abitazione di Poggiolini, gentili omaggi delle case farmaceutiche. Fiorani, più prosaicamente, teneva un Canaletto nel caveau della Bpi. Un tocco di cultura che non sfiora nemmeno il miticoChicco Gnutti: lui, a Brescia, ha un hangar con cento Ferrari dietro casa, ma si vanta di non possedere nemmeno un libro.Chapeau.
E poi le mogli. Anche in questo giro vengono scrupolosamente rispettate le quote rosa. Nel '92 Laura Sala, moglie separata diMario Chiesa, diede il via a tutto per una banale denuncia contro il marito che lesinava gli alimenti. Pierr De Maria in Poggiolini insultò i giornalisti uscendo da Poggioreale grazie al decreto Salvaladri. Bruna Cagliari rimpatriò i 9 miliardi accumulati dal marito Gabriele in Svizzera. E la consorte del giudice Diego Curtò, quasi omonima del pm che indagava su di lei( si chiamava Atonia Di Pietro) raccontò di aver gettato 400 mila franchi svizzeri in un cassonetto dell'immondizia. Oggi svetta la governatora Cristina Rosati in Fazio, "legionaria di Cristo". Ma anche Sabina Negri, la bionda lumbarda impalmata dal dentista Calderoli con rito celtico ("per conquistarmi, Roberto mi regalò una Rolls Royce, poi la affittò per i matrimoni degli altri…"): è lei la titolare del conto Bpl per il mutuo incriminato del marito. E poi i baci. Nel '93 teneva banco quello presunto di Riina ad Andreotti. Ora c'è quello telefonico di Fiorani a Fazio ("ti bacerei in fronte"). Un apostrofo rosa fra le parole "Opa" e "Antonveneta".
Quel che è certo è che i furbetti sono degli inguaribili sentimentali: non contento dei baci via sms alla sposina Anna, Ricucci chiama "amore mio" il pm Eugenio Fusco. E l'altro pm, Francesco Greco, finge di aver nascosto una cimice nel gemello della camicia del furbetto; poi,quando quello abbocca, gli dà del "boccalone". Ecco, il clima è più disteso. Nel '92 qualcuno si vergognava. Oggi non si vergogna più nessuno. Dalla tragedia alla pochade. Spunta persino un "Cinghialone". Che non è, per ovvi motivi, Bettino Craxi, così ribattezzato da Vittorio Feltri dodici anni fa. E' un altro, ancora da identificare: ne parla Giovanni Consorte al consocio Sacchetti la sera del 12 luglio, riferendo una confidenza del giudice Ciccio Castellano: "L'amico di Milano dice che sta per scoppiare un grosso casino per il cinghialone e il suo amico… I due sono messi male, l'obiettivo vero dovrebbe essere il cinghialone". Sarà Fazio (con l'amico capoispettore Francesco Frasca)? O Fiorani (con l'amico Gnutti). Mistero. Sempre in tema ornitologico, ecco le talpe: un altro classico. Il giudice Castellano, con le presunte soffiate a Consorte? Il sottosegretario Giuseppe Valentino di An? Tutti negano, vedremo. Nel '92-'93 Pannella riuniva all'alba il Parlamento degl'inquisiti, dicendo che era "il migliore mai visto" e tuonando contro chi voleva scioglierlo perché "delegittimato". Oggi si porta avanti col lavoro e chiede direttamente l'amnistia, che dodici anni fa, in un soprassalto di dignità, i deputati resero quasi impossibile portando la maggioranza richiesta dal 50 per cento ai due terzi. Del resto, nella Tangentopoli- 1, molti partiti - Pds, Lega e An - manifestavano sotto il Tribunale di Milano a favore dei giudici. Oggi, per vari motivi, si tengono a debita distanza.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news