LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La protesta delle Regioni: gi le mani dalle spiagge. Una follia in deroga a tutte le norme urbanistiche
Luigina Venturelli
L'Unit, 22/12/2005

EDILIZIA SELVAGGIA


Immense colate di cemento potrebbero riversarsi sulle coste italiane. Immense ed invadenti, perch non si tratta di qualche villetta familiare nei comuni che si affacciano sui litorali, ma di complessi elefantiaci nei tratti di demanio marittimo tra le zone abitate ed il mare. Vale a dire: gli scogli della Sardegna e le spiagge dellAdriatico. quanto prevede la legge finanziaria oggi in arrivo al Senato per il via libero definitivo: la possibilit di concedere il demanio pubblico per la costruzione di grandi insediamenti turistici, che abbiano cio possibilit occupazionali superiori alle duecento unit. Il che restringe il campo a grandi alberghi e a grandi villaggi turistici. Immediato lallarme delle Regioni, che per tutelare il territorio dallennesimo scempio promettono opposizioni e reazioni a trecentosessanta gradi. una vera e propria follia - spiega Enrico Paolini, coordinatore nazionale della Commissione Turismo e vicepresidente della Regione Abruzzo - in deroga a tutte le norme paesistiche ed urbanistiche attualmente vigenti. Si vuole utilizzare in modo vergognoso il demanio pubblico per pura speculazione edilizia. Una follia che non si giustifica con alcun fine occupazionale: La norma talmente generica che, allo stato attuale, basterebbe assumere duecento persone per il mese di agosto e poi licenziarle in massa a settembre per soddisfarne i requisiti. Tanto pi che in un settore ad elevata stagionalit, nessun imprenditore assumerebbe a tempo indeterminato un tal numero di dipendenti. Ecco dunque la ratio della disposizione: non mettere limiti alle manie di grandezza degli immobiliaristi. Lultima bruttura di questo governo - continua Paolini - non si spiega nemmeno con il bisogno di far cassa delle finanze pubbliche, perch nessuno dovr pagare alcunch per sfruttare il demanio marittimo. una decisione che si spiega solo con la forzatura di alcune lobby imprenditoriali, che probabilmente hanno gi individuato le aree da edificare e che, con questa legge finanziaria, si assicurano la possibilit di concludere i propri giochetti dove e come vogliono. Ma le Regioni annunciano battaglia: Convocheremo il Coordinamento nazionale al turismo - conclude il vice presidente della Regione Abruzzo - per esprimere ferma condanna e per decidere ogni forma possibile di opposizione al provvedimento. Tutte le regioni sono concordi, anche le province autonome di Trento e Bolzano: non hanno il mare, ma sanno che una simile norma pu aprire la strada a qualsiasi deroga ambientale, di mare o montagna si tratti. Sulla stessa linea anche Legambiente: davvero grave aver mantenuto nella Finanziaria la norma che permette di fatto la svendita delle spiagge - ha commentato il presidente nazionale Roberto Della Seta - significa nella realt svendere il patrimonio di tutti per il beneficio di pochi e permettere di continuare a costruire qualsiasi opera infrastrutturale sulle nostre coste gi abbastanza antropizzate. Scelta coerente con i tagli alle risorse decisi dal governo: da 200 a 120 milioni di euro quelle per la difesa del suolo, da 50 a 30 quelle per gli interventi contro il rischio idrogeologico, da 14 a 8 milioni quelle per la bonifica dei siti inquinati. Le forbici della Finanziaria 2006 - sottolinea Legambiente - tolgono fondi essenziali alle pi importanti leggi per la tutela ambientale.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news