LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Via libera al decreto anti-burocrazia. S al provvedimento a costo zero che semplifica la pubblica amministrazione
[GDeF]
30 DIC-2005 il Giornale

II governo ha dato il via libera al decreto di fine anno contenente i provvedimenti per la semplificazione nella pubblica amministrazione. Sar a coste zero, aveva annunciato il ministro Tremonti per smentire le indiscrezioni che indicavano il provvedimento come una congerie di regalie per i ministeri. L'elaborazione non stata, tuttavia, semplice. Dopo essersi riunito ieri "a Mezzogiorno, approvando tra l'altro la nomina del nuovo governatore di Bankitalia, Draghi, l'esecutivo ha sospeso i lavori per quattro ore per cercare un accordo sulle norme da inserire nel decreto. La riunione ripresa intorno alle 19,30 ed terminata alle 21, ma nel frattempo il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, avrebbe chiesto ai colleghi di posticipare la norma al prossimo consiglio del 4 gennaio. E il responsabile dei Beni culturali Rocco Buttiglione (che ha sbloccato 10 milioni per il Centro per la documentazione e valorizzazione delle arti contemporanee) ha insistito per l'approvazione in modo da farlo convertire nei tempi tecnici previsti dall'iter parlamentare. Allo stesso modo: dovrebbero essere stati assegnati 700 milioni da destinare alle Regioni per il sostegno alle piccole e medie imprese.
I provvedimenti per il settore agricolo, sponsorizzati dal ministro Alemanno, con il rinvio al 2006 dell'aumento delle aliquote e con le nuove norme per l'indennit di disoccupazione hanno trovato posto in un decreto separato.
L'esecutivo ha, infine, posto un argine al meccanismo con il quale sono regolati i bonus di produttivit peri dipendenti del Tesoro che quest'anno prevede rassegnazione di premi per 407,1 milioni di euro. Preoccupato che fatti del genere possano ripetersi, l'esecutivo ha incaricato i ministri dell'Economia e della Funzione pubblica di verificare tutti i profili giuridico-amministrativi del provvedimento in questione. Pesanti critiche al superbonus sono giunte in consiglio dal vicepremier Fini e dai ministri Miccich e Prestigiacomo. Sono meccanismi degli anni '90, ha precisato il titolare del dicastero di Via XX Settembre ricordando che il decreto con cui sono state aumentate le gratfiche stato firmato dal suo predecessore Domenico Siniscalco. A quel tempo non ero ministro, ha sottolineato Tramonti aggiungendo che da gennaio in poi, e di concerto con i sindacati, opportuno che si stabilisca un criterio diverso per l'assegnazione dei premi. Sull'argomento tornato anche il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Carlo Giovanardi, che ha parlato di un decreto profondamente iniquo anche se concordato con i sindacati, mentre sacrifici dolorosi sono stati chiesti ai cittadini italiani. D governo, ha concluso, deve impegnarsi a porre un rimedio a questa scandalosa situazione.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news