LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Fondazioni bancarie a regola d'art: oltre il 30% delle erogazioni totali destinato ai beni culturali
30/12/2005, Italia Oggi

Nel decimo rapporto, Acri esamina l'attivit istituzionale delle 88 realt presenti sul territorio.








La moneta e l'opera d'arte. Ovvero la parte mondana e quella poetica della societ. L'una il simbolo dello scambio, e in chiave moderna del mercato, l'altra, immobile al passare del tempo, la messa in opera della spiritualit umana. Divise nella sostanza, moneta e arte si incontrano quando l'opera si fa merce e la moneta ne diventa il prezzo. Oppure, e pi semplicemente, quando ci si imbatte in una collezione artistica dell'istituzione simbolo della moneta: la banca. Gi, perch le banche, e ancor di pi le fondazioni di origine bancaria, che rappresentano il nucleo della circolazione di moneta, si danno spesso all'arte. Che significa, oltre all'acquisto di collezioni di dipinti (generalmente in linea con il gusto della direzione), l'erogazione di fondi destinati al recupero o alla restaurazione di opere. E cos, dove l'arte si lega con la moneta, capita di ammirare la Purificazione della Vergine del Morandini (detto Poppi) o un Paesaggio di Carr nella sede legale della Banca Toscana, o di visitare la mostra Da Modigliani al contemporaneo' finanziata dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena. E cos via. A conferma di ci, basta leggere il Decimo rapporto sulle fondazioni bancarie', curato dall'Acri (l'Associazione fra le casse di risparmio italiane), che esamina l'attivit istituzionale delle 88 fondazioni presenti in Italia nel corso del 2004, considerando le erogazioni deliberate sia a valere su risorse prodotte nel corso dell'anno sia su fondi costituiti negli esercizi precedenti. Ed emerge che la quota prevalente delle erogazioni risulta attribuita, come negli anni passati, al settore arte, attivit e beni culturali'. A questo ramo sono stati destinati 408,1 milioni di euro, pari al 32,2% del totale, a fronte di 8.607 iniziative (il 37,2% del totale).
La classifica delle erogazioni. Nel rapporto, tra l'altro, viene classificata la distribuzione settoriale delle risorse del 2004. Che, in totale, hanno raggiunto la somma di 1.267,8 milioni di euro, con 23.116 interventi realizzati nei vari settori. E il primo posto, come detto, va al settore dell'arte, che assorbe il 32,2% delle erogazioni, seguito da quello di volontariato, filantropia e beneficenza', con 167,3 milioni di euro, pari al 13,2% degli importi erogati, con 2.543 interventi realizzati, corrispondenti all'11% del totale. Chiude il podio il settore dell'educazione, istruzione e formazione', che ha ottenuto, nel 2004, 150 milioni di euro (11,8% delle somme erogate). Per numero degli interventi realizzati, invece, questo settore si piazza al secondo posto, con 3.629 iniziative censite, il 15,7% del totale. A chiudere la classifica, il settore meno considerato dalle fondazioni e quello dei diritti civili', che assorbe appena 100 mila euro, vale a dire lo 0% del totale, con 24 interventi destinati (lo 0,1%). Al penultimo posto la prevenzione della criminalit e sicurezza pubblica', con 700 mila euro (0,1%) e solo 15 interventi (0,1%), preceduto, infine, dal settore della sicurezza alimentare e agricola di qualit', cui sono stati destinati 1,7 milioni di euro (0,1%) e 29 iniziative (0,1%).


Arte, attivit e beni culturali. Il rapporto dell'Acri evidenzia che il settore dell'arte, da sempre in testa tra gli ambiti di intervento delle fondazioni di origine bancaria, ha fatto segnare un ulteriore incremento di attivit rispetto all'esercizio precedente, sia per importi erogati sia per numero di interventi: la somma destinata, infatti, aumentata del 20,8% (da 337,9 milioni di euro nel 2003 a 408,1 nel 2004), mentre le iniziative censite sono incrementate del 3% (da 8.359 e 8.607). Considerando invece le iniziative nel dettaglio, l'intervento principale la conservazione e valorizzazione dei beni architettonici e archeologici', cui sono stati destinati oltre 167 milioni di euro, con un'incidenza del 41% sul totale erogato nel settore. E, in particolare, il contributo delle fondazioni nel recupero del patrimonio monumentale e archeologico del territorio ha interessato soprattutto i centri storici delle citt d'arte italiane, in molte delle quali, specifica il rapporto, le fondazioni hanno la propria sede. Di frequente, poi, gli interventi di recupero puntano a introdurre nuove funzioni delle strutture per attivit sociali di vario genere (biblioteche, esposizioni, attivit di tipo convegnistico ecc.). Ma gli interventi, spesso, sono anche volti al recupero e alla conservazione di testimonianze artistiche e culturali al di fuori dei centri urbani, spesso soggette a condizioni di forte degrado e scarsa valorizzazione. La seconda tipologia principale di intervento, invece, costituita da iniziative a sostegno di produzioni artistiche e letterarie', a cui sono stati destinati 74,8 milioni di euro (il 18,3% del totale per il settore). E rispetto al 2003 questo comparto ha fatto segnare un incremento sia in termini di importi erogati (+20%) sia per il numero degli interventi (+6%). Inoltre, si legge nel rapporto, le iniziative hanno interessato tutti i campi dell'espressione artistica, con focalizzazione nella musica e nel teatro, tra cui un rilievo importante assumono gli interventi di sostegno a istituzioni stabili (enti lirici, teatri stabili ecc.) e le sovvenzioni a rappresentazioni e concorsi.

Tra gli altri ambiti di rilievo del settore, infine, emergono le attivit museali e le arti visive' (54,5 milioni di euro, pari al 13,4% degli importi erogati, con un incremento rispetto al 2003 del 36%), il sostegno di biblioteche e archivi e all'editoria e altri mezzi di comunicazione (con un'incidenza, rispettivamente, del 3,6 e dell'1,4% degli importi erogati nel settore). Rispetto al 2003, questi ultimi due ambiti di intervento hanno fatto segnare variazioni marcate, ma di segno opposto: per biblioteche e archivi si registrato un aumento del 53%, mentre per l'editoria la somma si quasi dimezzata (da 11 a 6 milioni di euro).



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news