LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'orgia dei palazzinari . Crescono le vendite di case, ma crisi per gli edifici industriali
ERNESTO GEPPI
29/12/2005, Il Manifesto


I dati Istat Dopo il boom del 2002 si fermano le compravendite di immobili. La diminuzione riguarda per solo i fabbricati adibiti agli usi commerciali e produttivi

In molti lo auspicano (la gufata contro palazzinari e immobiliaristi d'obbligo), ma che si sia all'inizio inequivocabile della crisi del mercato immobiliare forse ancora un po' presto per dirlo: certo, i recenti dati sul pil indicano che la spinta del mattone sembra ormai finita. Sicuramente ci sono segnali di rallentamento. I risultati della rilevazione sull'attivit notarile diffusi ieri dall'Istat registrano infatti una brusca frenata delle compravendite di immobili nel 2003, il cui ammontare complessivo (pari a 1,02 milioni) risultato inferiore dell'1,7% rispetto agli 1,04 milioni del 2002. E' un dato che, analizzato nel dettaglio, offre alcuni spunti interessanti. In primo luogo occorre tenere presente il fatto che il 2002 ha rappresentato un anno di vero e proprio boom per le transazioni immobiliari, cresciute quell'anno del 15,7% rispetto al 2001, mentre fra il 1999 e il 2001 i dati diffusi dall'Istat registrano una sostanziale stabilit delle compravendite. Il rallentamento del 2003 va dunque interpretato proprio alla luce dell'exploit del 2002, difficilmente replicabile. Le tendenze emerse dalla rilevazione Istat trovano peraltro conferma nei dati diffusi dall'Osservatorio del mercato immobiliare (Omi) dell'Agenzia del territorio, che registra nel 2003 una riduzione dell'1,1% nelle transazioni rispetto all'anno precedente. Secondo l'Omi nel 2004 le compravendite sono nuovamente auumentate del 6,8% mentre la crescita nel 2005 viene stimata attorno al +4,5%.

Un secondo elemento interessante contenuto nei dati diffusi ieri riguarda la dinamica registrata con riferimento alle diverse tipologie di immobili. In un paese dove pesanti segnali di crisi produttiva si susseguono ormai da mesi, non meraviglia che ad arretrare siano stati nel 2003 proprio le compravendite relative agli immobili adibiti ad uso commerciale e industriale. Quelle relative all'uso ufficio, per esempio, sono diminuite del 42,7%, tornando sotto al livello registrato nel 2001. Sono scese inoltre di poco meno del 20% anche le transazioni relative ai fabbricati adibiti a uso commerciale e industriale, anche queste tornate ai livelli precedenti il boom del 2002. Anche i dati diffusi dall'Omi confermano questo quadro, indicando peraltro come nel 2004 le transazioni relative agli immobili adibiti ad usi produttivi siano rimaste ancora ampiamente al di sotto dei livelli raggiunti nel 2002.

Secondo i dati Istat restano invece stabili nel 2003 (+0,4%) le compravendite relative agli immobili ad uso abitativo, relative a poco meno di 942 mila unit: anche per queste unit immobiliari il 2002 aveva fatto segnare una forte espansione delle acquisizioni, aumentate in quel solo anno del 14,8% rispetto al 2001. L' Omi segnala tuttavia una forte ripresa del mercato residenziale nel 2004 (+5,5%) con un successivo rallentamento nel 2005 (+2,7%).

Il brusco rallentamento degli acquisti di fabbricati ad uso produttivo stata decisamente sostenuta nelle regioni del settentrione, dove le vendite per uso ufficio si sono in media dimezzate. Fra le regioni del centro solo il Lazio mostra riduzioni pi contenute, mentre nel Meridione (comunque caratterizzato da un forte arretramento delle compravendite) spicca il caso della Campania, dove le transazioni per uso produttivo sono invece aumentate.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news