LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'agenzia del Demanio allo sprint per un incasso di oltre un miliardo
il Sole 24 ore 28-DIC-2005

ROMA - L'Agenzia del Demanio si appresta a chiudere operazioni immobiliari che frutteranno alle casse dello Stato, entro fine anno, oltre 1 miliardo di euro a riduzione del deficit/Pil. La firma dei contratti di collocamento e di locazione del fondo PatrimonioUno, per un valore fino a 800 milioni di euro, e la cessione di 22 immobili a Fintecna per circa 400 milioni dovrebbero essere finalizzati oggi stesso. Con l'obiettivo di chiudere la partita per gioved 29 dicembre.
PatrimonioUno ha un nome che promette novit, perch si presenta come il primo di una serie inedita, ma in verit, stando a fonti bene informate, si riveler la fotocopia del Fip (Fondo immobiliare pubblico). Questo fondo targato 2005 al quale hanno lavorato a tempo pieno negli ultimi tempi i tecnici del Tesoro e del Demanio sar collocato esclusivamente presso investitori istituzionali e preveder una grossa fetta di immobili
venduti dallo Stato per poi essere riaffittati (sale & rent back) dallo Stato stesso: in vista di un'opera ad ampio raggio di razionalizzazione degli spazi.
Le propriet immobiliari cedute a PatrimonioUno a uso governativo e gestite dall'Agenzia del Demanio (che pagher l'affitto in virt di un sistema di riscossione attivato presso le amministrazioni pubbliche coinvolte e gi collaudato con successo con il Fip) provengono dai ministeri dell'Interno e dell'Economia e dall'Agenzia delle Entrate. Una quota attorno al 40% del portafoglio di questo fondo dovrebbe essere costituita da immobili a uso non strumentale: unit commerciali degli enti previdenziali (Inps, Inaii e Inpdap) e Coni servizi. Il valore degli immobili trasferiti per questa operazione potrebbe non arrivare a quota 800 milioni di euro.
La cessione di 22 immobili a Fintecna potrebbe essere finalizzata oggi stesso. la terza volta che il Tesoro impegna questa societ posseduta al 100% dal ministero, ma posta fuori dal perimetro della pubblica amministrazione, in una corsa di fine anno per il trasferimento di immobili al fine di migliirare i conti pubblici. La prima volta fu alla fine del 2002, con la girata delle manifatture tabacchi ex Eti, le torri dell'Eur e altri immobili, per 500 milioni. Quasi tutti valorizzati e poi ceduti. La seconda rata di immobili pass dal Demanio a Fintecna a fine 2003 per 300 milioni. L'operazione in via di chiusura questo fine anno dovrebbe ammontare a 400 milioni: si tratta di immobili tutti alienabili, con tanto di disco verde dei beni culturali, e tutti con destinazione d'uso privatistica.
stata rinviata al 2006 la cessione sul mercato di 240 caserme, prevista nella Finanziaria 2005 per un impoto fino a 1,3 miliardi. Questa dismissioie dovrebbe essere realizzata l'anno prossimo, in seguito alla valorizzazione degli immobili in vendita.





news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news