LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ex carcere, la Confesercenti contro il piano. Limmobile storico non pu essere demolito, manca il parere della Sovrintendenza
di GIANPAOLO RUSSO
Marted 27 Dicembre 2005 Il Messaggero, Frosinone



Presentate le osservazioni. E intanto il Tar rinvia al 13 gennaio lesame delle richieste di sospensiva della delibera del Ppe zona B


Un altro progetto di trasformazione del capoluogo fa discutere. Dopo le polemiche sui project del Matusa-Casaleno e del parcheggio pluripiano di viale Mazzini, adesso rischia di scoppiare un caso anche sul progetto di riqualificazione dell'ex carcere di piazza Risorgimento.


A schierarsi contro questo piano di recupero che prevede la demolizione dellimmobile storico e la rotazione di 180 gradi dell'attuale fabbricato per costruire un palazzo ex novo, la Confesercenti, l'associazione dei commercianti, che ha presentato le uniche osservazioni al piano.
Secondo l'associazione, l'area oggetto del piano Attuativo di Recupero non ricompressa nella individuazione delle zone di recupero del patrimonio edilizio esistente: il Comune ha approvato dagli inizi anni '80 un regolamento che prevede il recupero del patrimonio edilizio solo nelle zone B e C (parte bassa della citt) e non in quella A (centro storico) di cui fa pare il fabbricato in oggetto. Mancano, sempre secondo i commercianti, negli elaborati tecnici le quantit di aree pubbliche da destinare a standard urbanistici e quindi il piano non poteva essere adottato. Manca, sempre secondo lassociazione, anche il parere obbligatorio della legge sismica 64/74 ed il parere della Soprintendenza dei Beni Storico Architettonici trattandosi di demolizione di edificio storico il cui inizio dei lavori risale al XIII secolo. Il piano attuativo sarebbe poi in contrasto con il piano regolatore generale che prevede nella zona A interventi di risanamento e conservazione degli ambienti preesistenti e non la totale demolizione e ricostruzione.
Il progetto, approvato in consiglio comunale lo scorso 16 settembre, prevede la realizzazione previa demolizione e ricostruzione, di residenze, uffici con qualche negozio al piano terra e un parcheggio sotterraneo. La piazza verrebbe trasformata ed ampliata con la parte dell'edificio che oggi insiste proprio a ridosso della piazza stessa ribaltata verso valle.
Il progetto prevede che i privati in cambio di questa concessione riqualifichino l'intera piazza con alberature, pavimentazione, marciapiedi ed arredi urbani. Previsto un parcheggio sotterraneo il cui accesso avverrebbe dal lato di via Polveriera, con negozi sotto il porticato e la realizzazione di oltre cinquanta appartamenti ad uso residenziale. La ristrutturazione di questi 25 mila metri cubi costerebbe circa 7 milioni di euro ai privati. La societ incaricata dei lavori la Fel.pas di Roma.
Al momento le osservazioni della Confesercenti sono le uniche pervenute in Comune fino alla vigilia di Natale. Posso dire che gli uffici sono gi al lavoro su queste osservazioni - commenta lassessore allUrbanistica Mauro Granieri - Saranno valutate e discusse alla fine saranno oggetto della delibera che torner in Consiglio per lapprovazione del Piano urbanistico.
Nel frattempo, in relazione ai quattro ricorsi al Tar presentati contro il piano particolareggiato della zona B (ovvero il piano di via Aldo Moro e piazzale de Matthaeis) i giudici della sezione di Latina del Tribunale amministrativo hanno rinviato lesame delle richieste di sospensiva al prossimo 13 gennaio. Lurbanistica - commenta a questo proposito lassessore Granieri - se oggetto di contestazione non si risolve a colpi di sospensive, se errori ci sono stati e rimedi si possono trovare meglio discuterne apertamente







news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news