LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Domus del Triclinio si trasferisce a Cervia
Massimo Previato
Corriere Romagna marted 27 dicembre 2005 Edizione di: RAVENNA






cervia - Si infiamma il dibattito sui tesori archeologici scippati, o custoditi in altri luoghi, che appartengono invece alla storia di Cervia. Un patrimonio che non trova visibilit nel territorio in cui dovrebbe essere esposto. Il Gruppo archeologico locale stila ora un elenco, dei gioielli soggetti ad una sorta di diaspora. Come il vasellame della Valle Felici, le punte di frecce in selce, unansa di vaso di bronzo trovato a Montaletto, unara marmorea, vari tipi di vasellame di epoca repubblicana ed imperiale, un fallo marmoreo votivo (ora trafugato) di epoca imperiale, due anfore funerarie rinvenute a met strada fra S.Martino e la Madonna del Pino del V-VI, una statuetta in marmo raffigurante il dio Mitra proveniente da Pisignano ed ora custodita presso il Museo archeologico di Ravenna, le monete di diverse epoche, i reperti della nave romana venuti alla luce durante gli scavi delle Ghiaine (allangolo fra la statale Romea e la Nullo Baldini) nei pressi di Savio, con lancora ed il bel fiascone bronzeo.Ed ancora, leffige della Medusa scolpita su pietra dIstria facente parte di una edicola funeraria di epoca imperiale, ritrovata a Montaletto e custodita nellomonima Scuola Elementare. Su tutto il territorio sono stati poi ritrovati e raccolti lacerti in marmo, suppellettili in bronzo e vetro. Vanno ricordati inoltre, il cippo miliare di Pisignano risalente a Giulio Cesare ed il cippo di epoca bizantina che delimitava i confini della propriet classense, custodito in propriet privata a Montaletto Chiesa. Come pure va menzionata la documentazione fotografica del ritrovamento della palizzata del porto di epoca veneziana, venuto alla luce durante gli scavi della ex sede del Partito Social Democratico in fregio a via Scalette, di fronte alla chiesa di S. Antonio.Infine, ma non ultimo, il bel mosaico pavimentale della chiesa di San Martino prope litus maris del VI-VII secolo, rinvenuto nel 1989 durante gli scavi per la realizzazione di alcune vasche ittiche nei pressi del casello Ravenna. Il ritrovamento fu tempestivamente segnalato alla Soprintendenza da alcuni membri del Gruppo Archeologico Cervese, il quale, dopo due anni di scavo effettuato dalla Soprintendenza Archeologica ha voluto pubblicare i risultati in un volume a cura di S. Gelichi-M.G. Maioli-P. Novara-M.L. Stoppioni.Agli appassionati di storia archeologica, ai cittadini ed ai turisti si possono offrire solo le immagini fotografiche pubblicate nel libro, poich da diversi anni i lacerti giacciono nei depositi comunali, in attesa di essere restaurati. E ormai inderogabile quindi, individuare a Cervia un luogo atto a raccogliere questi reperti.Il recente incontro avvenuto col sindaco e le associazioni culturali interessate, aveva come scopo la richiesta di costituire se non un museo, almeno un antiquarium. Il Gruppo Archeologico Cervese avanza la proposta di ubicarlo nelledificio, ormai in abbandono, dellex sede Cral Dopolavoro salinai. Il sindaco Roberto Zoffoli, che durante lincontro si dimostrato sensibile e disponibile ai problemi posti - non nascondendo le difficolt finanziarie in cui versano oggi i comuni (specie nel settore culturale), ha informato dei colloqui preliminari avvenuti con la Fondazione Ravenna Antica.Questultima, ha ipotizzato la possibilit di trasferire a Cervia (nel magazzino Torre), per lestate-autunno 2007, la Domus del Triclinio. Per loccasione la Fondazione si farebbe carico del restauro dei mosaici di S. Martino, per esporli a fianco della Domus stessa: fatti salvi eventuali problemi tecnici. I muri del magazzino infatti trasudano ancora sale e le colle usate per il restauro potrebbero risentirne. Sar comunque compito degli esperti della Soprintendenza dare il consenso alloperazione. Unaltra indicazione che trova il Gac favorevole - aggiunge il segretario Paolo Ancarani - la richiesta presentata da privati di realizzare, con la partecipazione delle associazioni culturali, nei pressi del ritrovamento della chiesa di S.Martino, un punto di ritrovo archeologico. Si ipotizza la ricostruzione in superficie del perimetro della chiesa e la realizzazione del mosaico pavimentale. Allinterno del fabbricato esistente, opportunamente ampliato a museo-antiquarium, potrebbero trovare posto i reperti archeologici giacenti nei depositi della Soprintendenza, a Ravenna e a Bologna. Sono comunque tutte occasioni da non perdere.






news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news