LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Musei, l'ora della comunicazione. Si moltiplicano campagne, eventi e promozioni degli enti italiani
DI ANTONIO RANALLI
ItaliaOggi 27-DIC-2005




Per attirare pubblico nei musei non basta pi la validit della proposta artistica. Servono anche campagne di comunicazione in grado di stimolare l'interesse del pubblico e convincerlo al pagamento di un biglietto di ingresso. Sulla scia dei grandi musei internazionali, come i cinque Guggenheim (dislocati a Bilbao, Venezia, Berlino, Las Vegas e ovviamente il pi famoso di New York, nel cuore di Manhattan, tuttora considerato una dei capolavori architettonici del '900). il Moma di New York e il Prado di Madrid, tutti protagonisti con imponenti campagne pubblicitarie, anche quelli italiani scoprono la loro vocazione e abbandonano i canali di nicchia per aprirsi ai grandi mezzi di comunicazione di massa.
Ne un esempio il lancio della campagna di comunicazione a sostegno del Museo d'arte Donna Regina di Napoli, un museo classico, caratterizzato da rigore e seriet. E una sorta di enciclopedia dell'arte contemporanea. L'immagine scelta per il lancio istituzionale quella provocatoria di un seno che regge un'opera d'arte. la fonte di nutrimento, il frutto di una citt che produce significato, ha spiegato la copywriter Gabriella Ambrosio che, insieme all'art director Luca Maoloni, ha ideato la campagna per l'agenzia Am Newton 21. Il suo nome, Madre, antico e inglobante, suggerisce il legame con una terra e una cultura e la capacit di essere matrice di ogni altra cosa. L'obiettivo della campagna far conoscere il Madre a livello mondiale, collocandolo con autorit nel mondo dell'arte contemporanea e inserendolo fra le visite in agenda degli appassionati di arte contemporanea e, pi in generale, fra le visite irrinunciabili di un turista. La promessa della campagna esplicita; nasce a Napoli un museo internazionale, dove trova casa l pi grande arte degli ultimi cinquantanni. Tale promessa basata sugli.autori rappresentati dal museo. Sul legame significativo che la citt di Napoli ha dimostrato di saper intrattenere con l'arte contemporanea.
Un altro esempio di comunicazione e arte il progetto Gemine
Muse, che vede coinvolti 108 giovani artisti e 45 critici d'arte di tutta Europa impegnati a studiare forme di comunicazione in musei di nove paesi europei, dislocati in 37 citt di cui 28 italiane. IL progetto ha l'obiettivo di migliorare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio artistico europeo e di ampliare l'apertura ai giovani di nuovi orizzonti tramite la mobilit e gli scambi tra paesi, il sostegno alla produzione di lavori inediti e la collaborazione fra istituzioni e soggetti anche di natura diversa, come musei di arte antica, enti pubblici, artisti emergenti e critici internazionali.
Il connubio tra arte e comunicazione stato recentemente sperimentato anche per l'inaugurazione di nuove aree urbane. successo a Roma, dove per presentare la pedonalizzazione di piazza Capranica stata allestita una mostra costituita dalle opere dell'artista contemporaneo Mimmo Nobile, hi questo contesto poi entra in gioco anche la tecnologia, e strumenti come internet e i cellulari. A Bergamo, nell'ex chiesa di Sant'Agostino, in occasione della mostra La citt che sale. Visioni metropolitane stato proposto un servizio innovativo: tuia guida vocale da ascoltare con il proprio cellulare per conoscere le opere in mostra e i loro autori. Ventiquattro artisti interpretano la citt da prospettive differenti, un'interpretazio-ne commentata da un servizio inedito, attivabile in modo rapido e intuitivo dal proprio cellulare.
Il bisogno di innovare e semplificare la comunicazione dell'opera d'arte, ha spiegato il curatore Stefano Raimoindi, unitamente al coinvolgimento di un pubblico sempre pi ampio, sono le motivazioni di questa scelta. Sono convinto che il cellulare contenga le potenzialit per comunicare l'arte. Se per il nuovo pubblico l'arte contemporanea un modo per dialogare con la realt in cui immerso, naturale che il confronto avvenga attraverso strumenti propri della quotidianit. Il peso sociale di questo strumento di comunicazione, quindi, coinvolge anche il campo dei beni culturali. L'innovazione non sta nell'ascoltare una guida vocale, ma nello strumento: il cellulare permette una familiarit una semplicit d'uso nettamente superiori alle normali audioguide; annulla le code per il noleggio degli apparecchi; uno strumento personale e privato. Infine, permette una maggiore interatti-vit, lasciando all'utente il potere decisionale che merita.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news