LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei, in bottiglia il vino dell'antichit
Enzo d'Errico
Corriere della Sera, 24/4/2003

Il vitigno lo stesso, il sapore forse no. Ma all'archeologia sperimentale non si possono chiedere miracoli. Compreso quello di resuscitare, pari pari, l'aroma del vino prodotto nell'antica Pompei: un gusto forte, robusto a tal punto che bisognava ammorbidirlo con l'acqua per renderlo bevibile. D'altronde, sono passati quasi duemila anni e i processi di vinificazione, ovviamente, non sono pi quelli dell'epoca romana.
Tuttavia l'incanto di quest'insolito viaggio nel tempo resiste eccome: basta che gli occhi si posino su una delle 1.721 bottiglie battezzate col nome Villa dei Misteri per rendersene conto. Lo sguardo incontra l'etichetta che riproduce gli affreschi della famosa domus e si sofferma, poi, sull'intenso colore rubino di questo nettare che il frutto della collaborazione fra la Soprintendenza di Pompei e l'azienda Mastroberardino, uno dei marchi italiani
pi rinomati del settore vinicolo.
Ma ci che conta, come spiega il soprintendente Pietro Giovanni Guzzo, il risultato di un esperimento che coniuga studio, conservazione e valorizzazione di un sito archeologico con corrette esigenze imprenditoriali. Non a caso, i primi sei esemplari del "Villa dei Misteri" sono stati spediti in regalo al presidente Ciampi. Le altre bottiglie, dalla numero 7 in poi, verranno messe all'asta durante una serata di gala che avr luogo, il 29 aprile, nella sede dei sommelier italiani presso l'Hotel Hilton Cavalieri di Roma. La vendita, infine, proseguir su Internet. Parte dell'incasso sar destinato al restauro della cella vinaria del Foro Boario, adiacente alle viticolture dove il laboratorio di ricerche applicate della soprintendenza (diretto da Anna Maria Ciarallo) ha ricreato la struttura degli antichi vigneti: elevata densit d'impianti, filari ravvicinati sorretti da paletti di castagno piantati sulle impronte dell'epoca, ricavate da appositi calchi.
Siamo dinanzi al parziale compimento di un progetto nato nel 1996 — racconta il professor Piero Mastroberardino —. Il 2001 stato l'anno della prima autentica vendemmia, quella che ha dato origine al "Villa dei Misteri". Ma intendiamo proseguire su questa strada per tutelare e valorizzare il patrimonio di una viticoltura che conta ormai duemila an- ni.
La miscela formata all'85% da vitigno Piedirosso e per il resto da Sciacinoso (noto anche col nome di Olivella), le due specie d'uva che gli abitanti di
Pompei coltivavano all'epoca su questi terreni di natura vulcanica. Per dodici mesi il vino stato affinato in barriques e per altri sei in bottiglia, a differenza dei romani che usavano dei doli in terracotta per questo procedimento. Il grado alcolico pari al 13,5% e il profumo viene descritto come complesso, ampio, intenso, persistente, con note speziate. A detta degli esperti, si tratta di un vino ancora giovane, ma con buone potenzialit, il cui sapore risulta avvolgente, equilibrato, di notevole tessitura e spessore. Un giudizio, questo, che soltanto il presidente Ciampi potr confermare o smentire. Almeno fino al 29 aprile.



news

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

07-04-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 7 aprile 2020

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

Archivio news