LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Muti contro la Scala Ritirate le mie foto
Maurizio Giannattasio
CORRIERE DELLA SERA, 21-DIC-2005




Lettera dell'avvocato: no alla vendita degli scatti, non avete i diritti. Il teatro cancella le immagini del maestro

La polemica. La questione legale ultimo atto di un lungo scontro Fotografie svanite anche nel sito
Al negozio. Nel librone dei grandi direttori uno spazio bianco tra Sinopoli e Chailly
MILANO Un colpo di bacchetta e puff, invece di materializzarsi le note del Fidelio svaniscono le foto del maestro Riccardo Muti dal bookstore e dal sito internet della Scala. Tutto esaurito per le feste natalizie? No. Le foto sono state ritirate dalla Scala dopo una lettera dell'avvocato del maestro a met novembre. Problemi legati allo sfruttamento dell'immagine. Secondo il legale, la Scala non ha il diritto di sfruttare l'immagine di colui che stato direttore musicale del teatro per 19 anni. A meno che non ci sia un contratto. La Scala ha accolto la richiesta del maestro e ha ritirato le foto dalla vendita pur facendo sapere, molto gentilmente ma con molta amarezza, che il maestro era a conoscenza delle foto.
Ultimo atto di un'epopea che ha sconvolto per due anni il teatro pi famoso del mondo. La lotta, le guerre, le ripicche, il voto dei lavoratori della Scala. L'abbandono in ordine di apparizione del sovrintendente Carlo Fontana, del maestro Muti, del sovrintendente Mauro Meli, dell'assessore alla Cultura, Salvatore Carrubba. Un terremoto. Anzi, uno tsunami la cui onda lunghissima ha provocato altre defezioni illustri. Prima quella di Fedele Confalonieri, patron di Mediaset, dalla Filarmonica, poi quella di Marco Tronchetti Provera dal cda. Sembrava tutto finito con la prima della Scala diretta dal giovane maestro Daniel Harding, invece alla tragedia si aggiunta in perfetto stile drammaturgico - la commedia.
Per rendersene conto di persona basta andare in piazza della Scala e invece di infilare il portone principale, entrare nella porticina laterale a sinistra, sede del bookstore scaligero. Tra incisioni, cd, dvd spiccano anche due leggii. Sopra ci sono posati due libroni. Dentro le foto di chi ha fatto grande la Scala: direttori d'orchestra, cantanti, registi. Sfogli, sfogli e risfogli, fino a che non arrivi a due pagine vuote, la 30 e la 31. Due fogli bianchi tra il maestro Giuseppe Sinopoli e il maestro Riccardo Chailly. Quelle del maestro Muti. Il maestro non vuole che si vendano spiega una signora da dietro al banco.
Due foto, dal costo di 7,75 euro l'una. In tutto 350 foto vendute dal 2001 al 2005. E dicono alla Scalale foto sono state selezionate dallo stesso Muti, anche perch erano quelle che poi lui firmava quando gli appassionati andavano a trovarlo nei camerini. Al Piermarini hanno fatto anche due conti: tenendo conto dei diritti di sfruttamento di immagine (circa il 25 per cento) si arriverebbe a una cifra che si aggira intorno al centinaio di euro.
Segno che le ferite scaligere non si sono ancora cicatrizzate. Che il voto dell'assemblea dei lavoratori della Scala del 17 febbraio con cui si chiesero le dimissioni del direttore musicale risuona ancora nel cuore di tanti protagonisti. Ne fanno fede le parole scritte da Muti nella sua lettera di dimissioni dalla Scala del 3 aprile: una scelta obbligata perch, malgrado le attestazioni di stima espresse nei miei confronti dal cda, l'ostilit manifestata in modo cos plateale da persone con le quali ho lavorato per quasi vent'armi rende davvero impossibile proseguire un rapporto di collaborazione che dovrebbe essere fondato sull'armonia e sulla fiducia. Adesso rende impossibile anche la presenza di Muti in fotografa. Gli altri direttori, nel librone, ci sono tutti.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news