LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Soru: "Il progetto-scale mobili si fermer".
MAURO LISSIA.
da La Nuova Sardegna, 18 dicembre 2005



Il Comitato per la difesa di Castello: duemila firme contro la meccanizzazione. Quindici milioni per stravolgere il quartiere storico con acciaio e ascensori.

CAGLIARI. "Le scale mobili e i tapis roulants in Castello? Non credo che si far
nulla, mi risulta che ci siano problemi legati alle scadenze": passava di l per
caso, Renato Soru. Ha visto sulla terrazza di Santa Croce facce conosciute di
ambientalisti e cittadini impegnati a difendersi dalle raffiche di vento per
annunciare ai cronisti la consegna di una petizione anti-scale mobili, oltre duemila
firme per dire 'no' alla meccanizzazione forzata. Cos il governatore ha pensato di
fermarsi per salutare e prendere il documento della protesta: "Io non ho ancora
capito bene che cosa vogliono fare - avverte il presidente della Regione - alcuni
aspetti non sono chiarissimi. Comunque non penso che questo progetto andr
avanti...".
Ha l'aria di essere una specie di promessa, visto che i finanziamenti passano dalla
Regione. Cos almeno sembrano leggerla i membri del Comitato per la difesa del
Castello, impegnati da mesi in una battaglia surreale: da una parte loro, i
cittadini-abitanti-elettori del quartiere storico. Dall'altra il consiglio comunale
che ha votato alla bulgara - con le eccezioni di Gianni Loy e Radhouan Ben Amara - a
favore di un progetto allora sconosciuto. Ma corretto dire s senza informarsi su
un qualcosa che stravolgerebbe il rione pi prezioso della citt? "E' stato commesso
un grosso errore - avverte Stefano Deliperi, del Gruppo di intervento giuridico - e
siamo convinti che sia ancora possibile fermare questo progetto insensato. La
Regione dovr compiere una verifica preventiva, abbiamo fiducia di farcela". Le
verifiche necessarie sono pi d'una. Nei carteggi del Comune non c' traccia di
un'indagine geognostica seria, incognita grave pensando a quanto accaduto altrove:
"Quando hanno scavato il parcheggio di via Amat venuta gi la recinzione del liceo
Dettori - ricorda Fanny Cao, di Italia Nostra - l'ascensore per la rocca di San
Michele stato bloccato perch si temevano crolli sul costone e oggi l'impianto
distrutto dalla ruggine. Non si vede perch invece qui dovremmo stare
tranquilli...". Tranquillit un vocabolo in disuso fra le vie antiche del
quartiere di sopra. Fra nottambuli schiamazzatori e locali all'aperto i castellani
hanno perso il contatto con il silenzio, ricchezza di cui andavano fieri: "Vogliono
mandare nel rione 75 persone al minuto - sorridono Manuela Farci, Maria Paola
Morittu e Simona Murroni, del Comitato - che sarebbero 4500 l'ora. Ma dov' questa
gente che vuole salire in Castello? Dove sono i turisti? E che cosa verrebbero a
fare?". Per quanto ironico, l'interrogativo non sembra infondato. L'amministrazione
pubblica - secondo i dati contenuti nel progetto - spenderebbe 15 milioni di euro
per realizzare un parcheggio interrato sotto Cammino Nuovo, otto tapis roulants, tre
scale mobili e tre ascensori. La semplice manutenzione dell'impianto costerebbe 570
mila euro l'anno, di cui circa 400 mila sarebbero coperti dai ticket della sosta. Ma
logico - con tutti i parcheggi sotterranei della citt deserti - prevedere un
afflusso costante di auto proprio l, a Cammino Nuovo? Ed logico programmare un
interesse cos forte per il Castello, quando oggi vive solo d'estate e solo la sera?
"E' assurdo - scuote la testa Deliperi - ma non una sorpresa per chi ricorda come
l'amministrazione Floris intendeva risolvere il problema dell'acqua, un dissalatore
da trenta milioni di euro che avrebbe ucciso il golfo". Altri esempi non
mancherebbero. Dalla scalinata verso la chiesa-pandoro di Santa Caterina - la sola
al mondo che anzich a un sagrato conduce a una strada ad alta intensit di traffico
- fino al progetto, finanziato e poi abortito fra gli sghignazzi generali, di
collegare con una funivia il molo martello di Marina Piccola alla Sella del Diavolo:
non avevano pensato ai piloni giganteschi da piantare nel fondale marino. I rimandi
fioccano: i tavoloni di legno all'anfiteatro e la bruttezza agghiacciante di quasi
tutte le piazze rifatte dalle ultime amministrazioni comunali, coi famosi
giardinetti dispettosamente rinsecchiti. Opere finite in operetta. Con nuovi
gigantismi urbanistici in vista per il Comitato di Castello e gli ambientalisti
preferiscono i richiami ai bisogni reali della citt. La lista lunga: non c' un
soldo per rifare strade che ormai sono test estremi per pneumatici e sospensioni.
Mancano le risorse per dare un po' di dignit urbana alle periferie, il bilancio
comunale nega aiuti alle famiglie povere e agli anziani. I membri del Comitato
sventolano le carte del progetto: "Quindici milioni per questa roba, in una
situazione come quella di Cagliari. Si pu?". Postilla anonima, raccolta al volo:
"Ma perch non si meccanizzano casa loro, questi del Comune?". Ve l'immaginate?
Emilio Floris in vestaglia, che viaggia nel corridoio su un silenzioso tapis roulant
d'acciaio, lento, maestoso, una figura ieratica, immobile nella sua elettrica
mobilit. Bellissimo. Ma questo un sogno, non la cronaca.







news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news