LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Traffico di reperti archeologici, banda sgominata
di GIACOMINA PELLIZZARI
Gazzetta del Sud, 18/12/2005


I pezzi di grande valore sono stati sequestrati in piazza Primo maggio. Denunciati a piede libero un ex commerciante residente in Muli e un barese

La polizia ha rinvenuto vasi del V secolo a.C. in un'auto Trafugati in Puglia, erano destinati ai collezionisti locali

Un autentico tesoro archeologico finito nelle mani di S. B., 52 anni, residente in provincia di Gorizia. L'uomo, denunciato per ricettazione e furto ai danni dello Stato, li aveva acquistati per alcune migliaia di euro da un barese V. D., 55 anni, che "collezionava" centinaia di reperti in un magazzino a Canosa di Puglia. Considerato il perfetto stato di conservazione degli oggetti, gli esperti ritengono che si tratti di reperti trafugati da alcune tombe situate nelle zone archeologiche di Canosa di Puglia e Minervino Murge.
La scoperta stata effettuata il 19 novembre scorso. Una segnalazione ha messo sulle tracce del trafficante di reperti archeologici gli agenti della Squadra volante che hanno individuato e bloccato la mono-volume in piazza Primo Maggio. Qui scattato il controllo durante il quale sono stati rinvenuti circa quaranta pezzi nascosti, senza troppe cure, nel bagagliaio dell'auto. Una volta sequestrati i reperti, gli agenti mai avrebbero pensato di avere in mano oggetti di inestimabile valore. A confermarlo stata la perizia dell'archeologa della Soprintendenza alle belle arti del Friuli Venezia Giulia, Paola Ventura, che ha attribuito i vasi e i piatti alla civilt ellenistica.
La scoperta effettuata a Udine ha spinto gli uomini della Volante e della Mobile fino a Canosa di Puglia. Qui, in collaborazione con il locale commissariato di polizia e la Squadra mobile di Bari, dopo due giorni di osservazione, stato scoperto il deposito dei reperti, gestito dal barese che, molto probabilmente, fungeva da collettore dei tombaroli. Non escluso che l'uomo agisse su commissione. Gli inquirenti ritengono, infatti, che i reperti trovati nella monovolume fossero destinati ai collezionisti del Friuli Venezia Giulia.
L'indagine della Procura di Udine, affidata ai sostituti procuratori Alina Rossato e Carlotta Franceschetti di Gorizia, ha portato al sequestro di circa 250 pezzi. Duecento sono rimasti in Puglia gli altri sono stati affidati alla Procura udinese.
I risultati dell'attivit investigativa sono stati illustrati, ieri, negli uffici della questura di viale Venezia, dal dirigente della squadra mobile, Ezio Gaetano.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news