LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Muti: mai stati peggio nell'Italia della Musica
Valerio Cappelli
18 DIC 2005 CORRIERE DELLA SERA



ROMA Non vuole essere polemico con nessuno, ma un momento drammatico come questo per la cultura in Italia non ricorda d'averlo vissuto. Riccardo Muti stamane alle 12.30, in diretta su Raiuno, diriger al Senato il concerto di Natale.

Accanto al presidente della Repubblica Ciampi ci saranno i presidenti di Camera e Senato, Casini e Pera. Musiche di Schubert, Rosamunde e l'Incompiuta, e la Sinfonia dalla Giovanna d'Arco di Verdi.

Dopo Lorin Maazel, la seconda volta che si invita un direttore di questa statura. L'attesa stavolta ancora maggiore e molti politici di rango hanno chiesto invano l'invito. Muti diriger l'Orchestra Luigi Cherubini da lui fondata un anno fa: 78 ragazzi italiani sotto i 3 0 anni. Per la prima volta dopo 19 anni non ha diretto l'apertura della Scala, ha lasciato il teatro ed una ferita aperta di cui non vuoi parlare. Ma sembra aver acquistato una leggerezza che trasmette ai suoi ragazzi dell'Orchestra. Mi fa piacere che l'ha notato. Stasera stessa replica a Vienna Le Nozze di Figaro che ha avuto un esito trionfale.
Salvatore Accardo ha detto che presto dai 150 Conservatori usciranno 3000 nuovi diplomati. Che cosa li aspetta, che futuro avranno? Oggi chi ha un diploma tecnico o scientifico ha molte pi possibilit. I ragazzi della Cherubini sono meravigliosi, pieni di talento, stanno facendo passi da gigante, sono assetati di musica e desiderano dare molto agli altri. Ecco perch la domanda "che cosa sar di noi?" inquietante e drammatica; la loro presenza al Senato non solo un'occasione per fare musica ma per porre questa domanda. doveroso rispondergli, senn non avrebbe senso portare questo concerto al Senato, sarebbe una beffa. Ricordo il monito di Ciampi, "la cultura l'anima di un Paese,
la prima identit di un popolo". Si parla del taglio dei fondi statali, scesi a 385 milioni di euro quando per l'Istat dovrebbero essere 800; sottolinea che al-
l'estero i soldi per la cultura sono invece in aumento: La Spagna ha decuplicato le sale da concerto, a Seul ci sono 18 orchestre sinfoniche. Noi abbiamo aumentato i conservatori e chiuso tante orchestre. Quante Regioni ne sono prive? Non si tratta di mettere una pezza al sacco della cultura, bucato da tutte le parti, un problema che riguarda prima di tutto la scuola, l'educazione musicale, dobbiamo metterci in testa che l'insegnamento della musica un dovere. Dobbiamo controllare il numero degli iscritti ai Conservatori, sono troppi e la maggior parte non ha possibilit d'impiego.
Muti ricorda come l'opera esportata in Giappone abbia creato ricchezza per il Made in Italy superando i prodotti di altre nazioni occidentali. Esprime la sua amarezza non con disincanto ma con lucidit: Vedere questo degrado, anche se non sono pi legato a istituzioni italiane, mi spiace. La mia presenza in Italia ha come punto di riferimento quest'orchestra di giovani che desideravo creare da tanto tempo per poter dare loro l'esperienza maturata con solisti e grandi orchestre. La maggior parte del tempo la passo al di l delle Alpi, soprattutto con i Wiener. E all'estero mi chiedono: "Ma cosa succede nel vostro Paese?". Diamo l'impressione
che stiamo abdicando a un nostro dovere. E lo dice uno che ha sempre sottolineato con nerezza le proprie radici, che ha avuto grandi insegnanti. Io mi sento debitore verso il mio Paese, vederlo precipitare in questo modo mi addolora. Aveva detto che i politici sono pi sordi di Beethoven... L'Italia non pi il Paese della musica ma della storia della musica. il nostro passato che grida vendetta e ha il dito puntato verso quello che non stiamo facendo. Sono considerazioni che non faccio solo io. Benigni ha detto che la cultura non conta nulla. Lo stesso ministro ai Beni Culturali, Rocco Buttiglione. riconosce che considerata una spesa voluttuaria. La domanda : per i politici la cultura unbene primario? La musica vista come un intrattenimento, un errore madornale. Ho conosciuto diversi ministri della Cultura, la persona pi attenta stata Walter Veltroni, per ricoprire quel ruolo ci vogliono sensibi-
lit e cultura. Chi segue le vicende della cultura negli ultimi 30 anni, ricorder i miei numerosi appelli. Continuare doveroso da parte mia, anche se mi sento come Don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news