LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BENI CULTURALI L'arte ha perso 139 milioni. la riduzione del Fus: nei programmi delle coalizioni l'impegno di intervenire
ANTONELLO CHERCHI DOMENICO LUSI
19-DIC-2005 Il Sole 24 Ore




Un taglio progressivo e neanche tanto lento. In cinque anni, dal 2001 al 2005, pari a 52 milioni di euro. Ma la grande "botta" deve ancora arrivare: nel 2006 il Fondo unico per lo spettacolo (Fus) perder altri 87 milioni. I margini di manovra per recuperare qualche spicciolo sono ormai pressoch nulli. A meno di sorprese dell'ultima ora, la Finanziaria, che gioved scorso ha incassato la fiducia, domani dovrebbe essere votata dalla Camera, per poi, sempre in settimana, ricevere il via libera definitivo dal Senato.

Il bilancio del ministero dei Beni culturali , dunque, sempre pi in rosso. Il Fus al centro delle polemiche di questi ultimi tempi l'esempio pi significativo del prosciugamento delle casse di via del Collegio Romano. Ma non si tratta dell'unico taglio. Anche le risorse per il funzionamento del ministero saranno ridotte di 38 milioni.
E questo mentre il patrimonio va in pezzi: la Domus Aurea stata chiusa e altri siti archeologici sono a rischio. Eppure, nei programmi elettorali delle coalizioni il capitolo "cultura" ha un suo posto ben definito.

Molto di pi nei progetti dell'Ulivo che in quelli del Polo: il centro-sinistra ha gi, infatti, idee omogenee su come ridare ossgeno a un settore tanto bistrattato, mentre la Cdl si affida per il momento a indicazioni meno sistematiche.

I tagli. L'erosione del Fus si registra per rimanere agli ultimi cinque anni gi nel budget messo a disposizione dalla Finanziaria 2001 per l'anno successivo.
Nel 2002, infatti, la dote del Fondo era di poco pi di 500 milioni di euro, quando l'anno prima era stata di 516 milioni. Nel 2003 si verifica un parziale recupero e i finanziamenti passano a 506 milioni, per poi, per, ridiscendere a quota 500 milioni nel 2004.

Il vero tracollo iniziato quest'anno, quando la manovra di aggiustamento dei conti pubblici 2004 ha riservato allo spettacolo 464 milioni: un taglio secco di 36 milioni. Che diventer ancora pi evidente nel 2006, quando il Fondo potr disporre di soli 377 milioni.


Poltica culturale: l'Unione.
Il centro-sinistra ha gi una bozza di programma unitario per i beni culturali, settore che la responsabile dei Ds per la cultura, Vittoria Franco, giudica strategico per lo sviluppo.

L'obiettivo annuncia il deputato dei DS, Andrea Colasio portare le risorse da destinare alla cultura all'1 % del bilancio dello Stato entro la prossima legislatura.

Il programma prevede anche di stabilizzare la quota di risorse per Arcus (la Spa mista Infrastrutture-Beni culturali che si occupa di progetti in campo culturale) nella misura del 5% dei finanziamenti per le grandi opere; di lasciare al contribuente la scelta di destinare l'8 per mille ai Beni culturali; di restituire al ministero i fondi infrasettimanali del Lotto; di incentivare con misure di defiscalizzazione anche integrale gli investimenti privati.

Ma per il senatore dei Verdi, Fiorello Cortiana, occorre coinvolgere gli organi territoriali nella tutela e valorizzazione dei beni culturali.

Tra i punti del programma, la promozione dei distretti culturali, lo stop ai condoni, l'abolizione del silenzio-assenso.

Politica culturale: il Polo.

La Cdl sta ancora definendo un programma unitario. Sia An che Fi intendono procedere sulla strada delle riforme. L'obiettivo afferma il sottosegretario ai Beni culturali, Nicola Bono (An) approvare subito quella sugli spettacoli dal vivo. invece rinviata alla prossima legislatura la riforma del sistema dell'editoria.

Il responsabile per la cultura di Fi, Andrea Orsini, invita poi a pensare i beni,culturali come risorsa economica: spazio, quindi, a incentivi fiscali per i privati. A nome deU'Udc, chiede pi fondi pubblici il ministro dei Beni culturali, Rocco Buttiglione: L'Italia deve scegliere se essere leader nel settore o se rinunciare perch l'in-vestimento troppo gravoso. Per l'Udc, conclude il ministro, la strada da seguire la prima. Finora, per, non riuscito a convincere i suoi colleghi di Governo.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news