LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CITTADELLA Porte antiche all'asta, scoppia la rissa
Michelangelo Cecchetto
Il Gazzettino (Vicenza) 18/12/2005






successo ieri per cinque reperti di Palazzo Pretorio, alcuni davanzali in marmo e altri oggetti. Sono patrimonio della citt

Pieressa: Il Comune non pu venderle, ho informato carabinieri e soprintendenza. Ballotto: Tutto regolare

Cittadella
Diffido dal mettere all'asta gli oggetti che sono patrimonio storico della citt. Queste le parole dell'avvocato cittadellese Massimo Pieressa durante la seconda asta di vari beni comunali che si svolta ieri nel magazzino comunale. Momenti di tensione tra il legale, il banditore (il dirigente Floriano Ballotto) e il segretario comunale Francesco D'Agostino, con i numerosi presenti che sono rimasti stupiti per la querelle.

Motivo del contendere stato il lotto numero 11 sui 29 del bando. C'erano vari oggetti: auto, motopompa, lampade, inferriate, telescopi e molto altro. Il lotto comprendeva cinque porte in legno massello delle ex prigioni di Palazzo Pretorio. Alcune di simili ci sono tutt'ora. Pieressa non ha creduto ai suoi occhi ed intervenuto prima che il presidente di gara bandisse il lotto. Diffido la messa in vendita di quei beni - ha detto pi volte l'avvocato oltrepassando per due volte le transenne che dividevano banditore e pubblico - sconcertante che vengano messi all'asta, se lo farete avviser i carabinieri!. Inutili le rassicurazioni di Ballotto, il quale ha assicurato che la procedura era regolare. Pieressa ha protestato anche contro la vendita di davanzali usati in marmo, alcune sedie e delle caditoie in trachite. Al momento dell'aggiudicazione il lotto di porte, base d'asta trecento euro cadauna, andato deserto. Il segretario comunale, con voce forte, ha invitato l'avvocato ad andarsene, riservandosi di valutare il comportamento tenuto durante la vendita per incanto.

Mi sono rivolto ai carabinieri - spiega Pieressa - informandoli dell'accaduto ed ho scritto un esposto inviato alla Soprintendenza ai beni monumentali e storici ed ai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio. Beni che fanno parte di edifici storici devono essere venduti con il nulla osta della Soprintendenza. Non so e non penso che il Comune abbia messo in vendita beni senza l'obbligatoria autorizzazione. Ho la massima fiducia e stima del segretario comunale, ma se cos fosse gravissimo e se stato dato il permesso dalla Soprintendenza un fatto aberrante che si stia svendendo il Comune. Le porte saranno dell'800 ma fanno sempre parte della storia di Cittadella, come pure alcuni arredi ed il biliardo di Villa Negri. Devono rimanere nella sede di appartenenza. Chi ci dice che marmi e tranchite non hanno valore storico e che non si possono utilizzare nella citt medioevale?. La vicenda riserver degli sviluppi.




news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news