LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Non tralasciamo l'etica nel mercato immobiliare
di Luigi Marchesini*
17-12-2005 IL SOLE 24 ORE







L'evoluzione del mercato immobiliare si mossa a partire dal 1990 passando per politiche di solo prodotto immobiliare e approdando, agli inizi del 2000, alla sola finanza. Il real estate, prima solo limitato a un mercato locale di scarso respiro e lungimiranza, diventato, con il tempo, sinonimo di grandi operazioni finanziare, spesso risultato di frazionamenti del patrimonio pubblico che, dimesso senza alcuna garanzia di valorizzazione, ha perduto la sua grande occasione. Inoltre le normative locali e nazionali inadeguate non sono riuscite a fornire soluzioni coordinate per il recupero delle nostre citt.
Oggi si avverte una leggera virata delle direttrici di sviluppo. Infatti stiamo assistendo a interessanti tentativi (per esempio Ferrovie dello Stato , l'agenzia del Demanio e Fintecna ) in cui l'interesse privato e quello pubblico trovano il proprio equilibrio nella volont di valorizzare il nostro territorio e il patrimonio immobiliare a vario titolo dimesso o sottoutilizzato. Evoluzione, sviluppo e recupero sono quindi le parole chiave del mercato immobiliare futuro, a cui devono corrispondere nuovi strumenti urbanistici con soluzioni adatte a congiungere l'interesse pubblico a quello privato, normative mirate alla salvaguardia dell'ambiente
L'epoca della finanza sterile si sta esaurendo per lasciare spazio alla finanza applicata allo sviluppo che interessa chi dismette le aree, chi le pianifica e chi interviene sugli strumenti urbanistici. Il futuro delle nostre citt dovrebbe essere messo nelle mani di promotori in grado di miscelare prodotto e finanza, raggiungendo gli obiettivi di sostenibilit economica dei progetti, senza mai perdere di vista che il vero Re developer ha il dovere etico di creare valore aggiunto, il pi possibile durevole nel tempo, per chiunque graviti, viva o lavori nelle aree che ha riqualificato: dai recuperi e valorizzazioni di singoli edifici, dove la qualit architettonica diventa fondamentale, agli interventi in scala di comparti integrati, veri e propri pezzi di citt, dove oltre all'aspetto progettuale e architettonico giocano una grande importanza le opere infrastrutturali e i servizi di interesse generale.
Un format, risultato ampiamente vincente, cercheremo di trasferirlo nel l'ambito dei principali nostri nuovi progetti: il business park a Bologna (promosso in partnership con Seci ) che prevede circa 40mila metri quadrati di sviluppo nell'ambito del terziario direzionale, un nuovo comparto residenziale a Bologna che prevede 45mila metri quadrati di sviluppo su un'area di 22 ettari e, infine, la riqualificazione dell'area denominata Varesine a pochi passi dalla Stazione centrale di Milano, dove insieme al socio Hines e allo studio architettonico Krp stiamo cercando di trovare soluzioni funzionali e armoniche con l'obiettivo di restituire alla citt un organo vitale del suo centro.
*Presidente Galotti




news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news