LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Un marchio di qualit per musei e monumenti
Carlo Figari
LUnione sarda, 16/12/2005

Nei programmi completare il censimento dei siti, l'apertura del museo Canopoleno e lavori a Caprera
Dopo un anno e mezzo di "esilio" ritorna Paolo Scarpellini al vertice della Direzione regionale delle Soprintendenze. Ricomincia da dove aveva lasciato per essere trasferito a Potenza. Al suo posto era arrivato, proprio dalla Basilicata, Antonio Giovannucci. Il nuovo giro di valzer degli incarichi, deciso nelle stanze romane del Ministero, ha riportato l'uno in Sardegna e l'altro a Potenza. Changez les dances. Scarpellini incassa e ringrazia i due ministri che si sono succeduti ai Beni Culturali: Urbani col trasferimento mi aveva promosso a direttore generale, ora Buttiglione mi riporta in Sardegna che considero la mia casa. Certo che per portare avanti un programma occorrono almeno cinque anni, ma raramente possiamo stare cos a lungo nello stessa sede. Ora ci spera, visto che a Cagliari insegna anche all'Universit e ha la famiglia. Romano, 55 anni, duplice laurea in architettura e ingegneria, per 17 anni stato funzionario a Bologna. Poi il salto in Sardegna, a Sassari dove - raccontano le cronache - non ha avuto vita facile nel periodo della legge sui vincoli. E ora il rientro a Cagliari.
C' una novit che segna il suo ritorno: la nuova sede regionale in fase di completamente in via dei Salinieri (davanti allo stadio Amsicora) in una palazzina ceduta dal Genio civile. Sinora l'ufficio che coordina le soprintendenze provinciali (archeologica, beni ambientali, beni archivistici) era ospitato in un edificio semiclandestino nel complesso della basilica di San Saturno, in piazza San Cosimo. La nuova sede accoglier una ventina di dipendenti della Direzione, costituita nel 2002 proprio da Scarpellini nel quadro della riforma del Ministero dei Beni Culturali voluta dal ministro Urbani. Da allora la Direzione coordina il lavoro di circa cinquecento dipendenti sparsi nelle varie soprintendenze nell'Isola. Un piccolo esercito di archeologi, ingegneri, architetti, archivisti, personale di ogni qualifica che ha il compito di controllare e salvaguardare il patrimonio artistico e ambientale della Sardegna. Pochi, dicono, per una regione ricca di storia con oltre mille siti su cui vigilare.
Nel programma annunciato due anni fa da Scarpellini in primo piano c'era proprio il censimento dei "luoghi della cultura". Non so ancora a che punto sia arrivato questo lavoro, ho appena ripreso l'incarico e devo rendermi conto della situazione. Sicuramente sar uno dei principali impegni da portare avanti e completare, afferma Scarpellini. In pratica di cosa si tratta? La schedatura si concretizzer in una guida col marchio di qualit per ciascun sito o monumento. un lavoro che s'inquadra nel programma della Regione che punta molto sull'offerta culturale e sulla qualit di gestione.
Nell'agenda del soprintendente altri due obiettivi urgenti: l'apertura del musei Canopoleno di Sassari e la ristrutturazione del complesso garibaldino di Caprera. Il primo quasi pronto, dice: Contiamo di inaugurarlo nel 2006. Ospiter alcune collezioni della Soprintendenza di Sassari e i numerosi dipinti attualmente custoditi nei magazzini del museo Sanna. Il complesso garibaldino ha necessit di lavori: ricordo che il museo pi visitato nell'Isola con oltre centomila visitatori all'anno e che nel 2007 ci saranno le celebrazioni per il Bicentenario della nascita dell'Eroe.
Con la costituzione delle nuove province aprirete altri uffici periferici?
Non c' alcun obbligo e non detto che serva. Sicuramente occorrer stabilire un collegamento con gli enti locali e magari utilizzare personale con competenze territoriali.
La Regione vuole costruire un grande museo della civilt nuragica e mediterranea a Cagliari. Che ne pensa?
un progetto interessante: sono favorevole perch potrebbe essere la vetrina della storia della Sardegna dai primordi a oggi. Capisco che si voglia dare ampio spazio al periodo nuragico, che quello maggiormente caratterizzante, ma non si dovranno trascurare la preistoria e la protostoria di cui abbiamo importanti tracce.
Si discute sull'area da destinare al futuro museo: nel porto di fronte a via Roma o a Sant'Elia?
Credo che la zona di via Roma sia gi congestionata da progetti per il terminal passeggeri e il porto turistico, mentre a Sant'Elia esistono ampi spazi. Inoltre sarebbe l'occasione per riqualificare un quartiere ormai degradato.
A proposito di beni culturali scoppiato lo scandalo per le consulenze milionarie pagate dalla Provincia di Nuoro per far riconoscere come "bene dell'umanit " dall'Unesco i canti a tenores. Un suo giudizio sull'episodio.
Sono sconcertato, ma non conosco i dettagli della vicenda. un problema giuridico. Senza dubbio per i siti culturali importante creare un circolo virtuoso con la conoscenza, la tutela, la fruizione e la valorizzazione. A questo fine ci muoveremo d'intesa con la Regione nel cercare strategie di collaborazione.
Prima di lasciare Cagliari aveva parlato di un progetto per il complesso ambientale di Sant'Elia-Sella del Diavolo.
Per la citt una carta importante. Dipender dagli enti locali sviluppare un progetto. A noi spetta un compito di vigilanza e magari propositivo. Certo, bisogna immaginarsi un grande parco ben integrato neil'ambiente.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news