LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BENI CULTURALI: Sicilia, isola del tesoro?
http://www.lasicilia.it/




Manca un serio dibattito culturale, civile ed economico sulle potenzialit di sviluppo di una terra che Borgese , purtroppo tanto tempo fa, chiam pi che Regione e meno che Nazione. Una terra che potrebbe essere fiorente e dinamica, esempio per il Mediterraneo, ponte tra le isole come dicevano i greci e come vorrebbero tutti coloro che scorgono nell'inversione dei traffici verso la Cina, attraverso Suez, una nuova opportunit per la rinascita di un mare in decadenza da cinquecento anni. Il tesoro certo non costituito dalle favoleggiate miniere di oro e di argento che una retorica che nasce dalla frustrazione vorrebbe trascurate solo per negligenza e disinteresse dei governanti. Ma, in termini simbolici, pesca, agricoltura di qualit, ricerca scientifica, innovazione tecnologica, paesaggio e beni culturali, possono essere l'equivalente di una ricchezza sciupata e dispersa che andrebbe messa a frutto con costanza e competenza dalle istituzioni di una comunit troppo centrata sul particulare, troppo dipendente dagli interessi di parte e perci sull'orlo di un fallimento che potrebbe essere definitivo.
Se non si correggono comportamenti e pratiche che spesso trasformano la buona teoria dei programmi in un'illusione buona per ingannare i pochi gonzi rimasti ma soprattutto gli intellettuali deboli che agitano la loro adesione a questa o quella parte politica come alibi alla loro stessa impotenza. Cambiare uno stato di cose insoddisfacente, come chiedono gli industriali e come si presume vorrebbe la grande maggioranza degli stessi siciliani se loro si indicasse un cammino convincente e non solo simbolico, la grande sfida che le elezioni prossime ripropongono. Non immutata rispetto agli anni che passano, ma semmai pi difficile ed aspra. Infatti il cambiamento riguarda la mentalit, la struttura sociale, gli orientamenti concreti delle politiche economiche. In primo luogo ha a che fare con ci che Hillmann definisce l'anima del popolo, cio il suo carattere come storicamente formato nei secoli. Il carattere di un popolo, come di un individuo, infatti il suo destino. E se il carattere un misto di orgoglio fantastico e di rassegnazione pratica. Se tutta la vita si svolge tra deliri di onnipotenza e concretissime pusillanimit.
Se l'ossessione, pur comprensibile, della sicurezza e del lavoro per i figli piega ogni dignit e trasforma le scelte della classe dirigente in un mercato senza sanzione, la piega degli avvenimenti si volge verso una struttura sociale in cui ogni innovazione si spegne, ogni sussulto di novit si acquieta, ogni indignazione performativa si trasforma in semplice sostituzione di persone ma non di metodo.
L'impiego in regione o nei comuni o negli ospedali e perfino nella scuola, diviene merce di soddisfazione immediata del bisogno. Fuori da ogni verifica di qualit e di merito. E perci le risorse ad esso destinate non producono nuove opportunit. Non si guarda alle necessit di speditezza, di semplicit, di certezza che dovrebbero favorire l'insediamento di nuove imprese. E cos i posti dati sopprimono i posti possibili. Ed il saldo netto diviene negativo. Processo che alla fine produce una mediocre classe dirigente. Una folla di uomini piccoli in partiti piccolissimi come diceva don Sturzo. Siamo ormai alla caricatura della democrazia con una lotta di tutti contro tutti in elezioni sempre pi dense di uomini e povere di progetti.
Ma il tesoro c' davvero o almeno potrebbe inventarsi usando bene le risorse e favorendo intelligenza, lavoro e capacit. La grande alternativa qui non pi tra destra e sinistra, coppia frutto della rivoluzione industriale e che gi superata in tutti i Paesi che crescono nel mondo, ma tra lites portatrici di un consenso sul futuro, sull'innovazione, sulla ricerca, sul merito e la scoperta e quelle che vivono del passato, che sfruttano il danaro pubblico per far carriera, che dimenticano il bene comune in favore di coloro che li eleggono.

http://www.lasicilia.it/giornale/1212/CT1212/MONO/MO02/10.html


news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news