LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

II trasloco di Marco Aurelio
Francesca Giuliani
La Repubblica, cronaca Roma, 12 dicembre 2005

L'originale della statua era in un coitile dei Musei Capitolini. Il 22 l'inaugurazione del nuovo spazio

Tre ore per trasportarlo. Da oggi al Giardino romano

CI SAREBBE voluto l'occhio di Fellini in piazza del Campidoglio ieri pomeriggio. Una pioggia gelata quasi nevischio, un gruppo di coreani con le telecamerine in pugno, il Marforio steso sul fianco nel cortile del museo a far da fondale e il cavallo di Marco Aurelio che usciva mostrando l'imperiale didietro dalla porta del Museo Nuovo dov'era entrato un decennio fa, per ripararsi dalle intemperie e mantenere verdi i suoi duemila anni. Ieri intorno alle due, la statua di Marco Aurelio, uno dei simboli di Roma conosciuti nel mondo, ha cambiato indirizzo con un viaggio breve che lo ha portato dal cortile dei Musei Capitolini alla prestigiosa teca di cristallo progettata per lui da Carlo Aymonino e finalmente pronta all'interno del Giardino romano, di l dalla sala della Protomoteca. L'inaugurazione ufficiale con il sindaco Veltroni e tutte le autorit tra una decina di giorni, il 22 dicembre.
C' stato un momento in cui la statua romana di bronzo pi bella che sia conservata si congedata dalla raffigurazione del Tevere, il Marforio, che rimasto nel cortile del Palazzo Nuovo e si incrociata con l'altro Marco Aurelio, quello che, come qualcuno osserv, sembra fatto dalla Lindt, per il suo color cioccolata che si staglia al centro della piazza (ma una copia di altissimo valore scientifico, messa in piazza nel 1999 per proteggere l'originale). Il viaggio breve del Marco Aurelio, sollevato in aria da un braccio meccanico durato quasi tre ore: prima il cavallo stato caricato sul camion rosso della ditta Mingozzi ed sceso verso il Foro, ha girato a destra per via delle Tre Pile e in cima alla saltella ha trovato aperto l'ingresso nella nuova sede, praticamente dall' altro lato dei Capitolini. Ad aspettarlo, il sovraintendente comunale Eugenio La Rocca e la direttrice de: Musei, Anna Mura Sommella.
Pi tardi toccato all'imperatore, anch'esso ingabbiato inuna specie di piedistallo di legno caricato sul camion dal gancio meccanico, sollevato in aria per un momento leggero a contrasto con il colore rosato del Palazzo Senatorio, con i turisti a far capannello e un numero assurdo di vigili in assetto di guerra. Quando anche l'imperatore arrivato sotto la cupola di cristallo si sono chiuse le porte del Giardino, per gli ultimi ritocchi. In pratica nel museo pi vecchio di Roma c' una parte nuova che apre e l'allestimento si profila solenne, anche per la serie di grossi muri e altre meraviglie emerse negli ultimi anni nel cortile di Palazzo Caffarelli. Una storia lunga (e tormentata) quella del Giardino romano, dell'imperatore a cavallo forse un po' troppo nomade negli ultimi anni, ma ora finalmente nel posto giusto, protetto e quasi solo in mezzo a una grande sala.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news