LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Devanna: Se avessi saputo di piazza Moro non avrei donato la mia pinacoteca
Raffaele Capaldi
La Gazzetta del Mezzogiorno, 09/12/2005

CONVEGNO A BITONTO. Sulla tutela del centro storico

Anche la storica dell'arte Mimma Pasculli e l'architetto Umberto Kuhtz contrari al progetto di parcheggio interrato. Un appello alla Soprintendenza

Se avessi saputo che il parcheggio interrato in piazza Moro sarebbe stato giustificato anche come supporto alla Galleria Devanna, la mia collezione non l'avrei donata al Comune di Bitonto. Mino Devanna, professore di letteratura inglese e storia del cinema all'Universit di Urbino, ma soprattutto colui che ha donato la propria collezione d'arte al Ministero dei beni culturali per farne una pinacoteca nel palazzo Sylos-Cal, sceso di nuovo a Bitonto per riaffermare la sua netta contrariet al parcheggio in un convegno organizzato e moderato da Gino Ancona e al quale hanno partecipato anche la Mimma Pasculli, storica dell'arte dell'Universit di Bari, l'architetto Umberto Kuhtz, gi sindaco di Bitonto ('94-'98) e Andrea Laterza dell'associazione Mola democratica. Stiamo ricadendo in un bruttissimo malinteso - ha spiegato Devanna - quello di pensare che si modernizzi attraverso la distruzione del passato. Questo accadeva durante gli sventramenti fascisti che hanno fatto perdere opere importantissime all'Italia per dare clamore al senso declamatorio del regime privo di contatto con la storia. E succeder anche per piazza Moro che costituisce la memoria storica di questo paese, dal mercato bracciantile ai grandi comizi politici, dagli incontri tra ragazzi ai tanti fidanzamenti consumatisi. E che dire della scelta di soppiantare il leccio, che orna tutte le piazze della Puglia perch si usava giustamente impiantare piante sconosciute al territorio e per questo preziose, invece degli ulivi che basta fare 100 metri e se ne trovano milioni? Ed infine la questione traffico: in tutte le citt si tenta di portare fuori le macchine e di pedonalizzare il centro storico, mentre in questo caso si fa il contrario. Parole che hanno trovato l'avvallo convinto di Mimma Pasculli, docente di Storia comparata dell'arte dei Paesi europei: Secondo il Codice Urbani ogni bene pubblico con pi di 50 anni culturale e figuriamoci per piazza Moro che di anni ne conta pi di 300. Nata come largo borgo con l'importantisslma funzione di collegare i vari assi viari: dalla via dei Cappuccini a via Repubblica e il Corso, lungo i quali si espandeva la citt oltre il borgo antico. Grazie alla chiusura con il convento e la chiesa settecentesca di San Francesco (ma gi esistente nel 1542, ricostruita nel 1625 e nel 1702), costituisce un fondale di prospetto sul largo del Borgo, davanti alla Porta Baresana che fa da pendant tra le due piazze (Moro e Cavour). Tutto questo disegno urbanistico verrebbe distrutto. Inoltre, l'indicazione urbanistica specifica che i parcheggi vanno realizzati a ridosso del centro storico, cio all'esterno del centro storico, dunque per Bitonto al di l della Villa ottocentesca del grande slargo esistente.
L'architetto Kuhtz ha ricordato, dal canto suo, che all'epoca della redazione del Piano regolatore, nel '76, fu deciso appunto di salvaguardare la Bitonto sette-ottocentesca di piazza Moro, rientrante nel centro storico, dai progetti di nuova edificazione gi pronti e che gi nel 1864 il Consiglio comunale aveva incaricato gli architetti Masotino e Comes di innestare il pi possibile attraverso gli assi viari il borgo antico con la nuova espansione.
La professoressa Mariella Basile dell'Universit di Bari, infine, ha sollecitato le soprintendenze ad assolvere al loro ruolo costituzionale di tutela del nostro patrimonio culturale.



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news