LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Unione: no alla superholding. S a progetti bipartisan ma niente mostri pubblici
BUFACCHI ISABELLA
SOLE 24 ORE 09/12/2005




ROMA Ridurre il rapporto debito/Pil a colpi di dismissioni immobiliari e privatizzazioni, attingendo in maniera massiccia al patrimonio dello Stato si pu fare, s, anche e soprattutto con progetti bipartisan perch qualsiasi seria soluzione radicale taglia-debito inciderebbe sulla ricchezza colleniva e avrebbe bisogno di ampi consensi.

Ma le misure siraordinarie di alienazione devono essere accompagnate da una rigorosa gestione della finanza pubblica e realizzate con la massima trasparenza.

Va evitato nel modo pi assoluto di svendere ricchezze nazionali, mettere a rischio la credibilit del Paese, nascondere cessioni finte, architettare trucchi o illusionismi, minare la fiducia dei risparmiatori.
Per tutti questi motivi, la risposta a oscure superholding e sub-holding taglia-debito "NO". No al maxi-contenitore di asset mobiliari e immobiliari pubblici, no al conglomerato tuttofare, no alle scatole cinesi, no al "calderone", no al "mostro pubblico".
questa la corrente di pensiero che si sta formando all'interno dell'Unione, mentre il ministero dell'Economia continua a soppesare i pro e i contro della creazione di una superholding posta fuori dal perimetro della pubblica amministrazione alla quale cedere fino a 400 miliardi di asset dello Stato, immobili, crediti, concessioni e partecipazioni azionarie.

Secondo fonti bene informate, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti sta valutando l'opportunit di un'operazione straordinaria di riduzione del debito pubblico, in attesa del verdetto tecnico sugli studi di fattibilit presentati da un gruppo di banche italiane ed estere al direttore generale del Tesoro Vittorio Grilli, Tremonti sarebbe intenzionato a portare avanti un progetto di questo tipo, di dimensioni senza precedenti, solo sotto il cappello "bipartisan".

Ed proprio sull'iniziativa bipartisan che il ministro dell'Economia potrebbe raccogliere i maggiori consensi- un approccio corretto ha commentato Linda Lanzillotta, esponente della Margherita perch un'operazione taglia-debito di grandi dimensioni andrebbe a incidere sulla ricchezza collettiva.

In quanto alla superholding, per, in mancanza di un Libro Bianco o un Libro Verde dal Governo, in assenza di una proposta firmata Mef, l'Unione sta studiando la proposta lanciata dal Prof. Giuseppe Guarino; una spa-contenitore, fuori dalla pa, con immobili, crediti e partecipazioni azionarie dello Stato fino a 430 miliardi di euro.

Questa formula negli ambienti della sinistra non piace, non piace affatto- Un'operazione di questo tipo contraria a quanto hanno fatto gli Usa e stanno facendo Germania e Giappone; smontare le holding che nascondono inefficienze ha tuonato Natale D'Amico ex-dirigente della Banca d'Italia ed ex-sottosegretario al Tesoro con ministro Carlo Azeglio Ciampi . La superholding vengono apprezzate poco dai mercati. soprattutto quando controllano altre sub-holding. Valgono meno come quotazione in Borsa rispetto al valore dei singoli asset al loro interno. La strada maestra vendere i beni singolarmente.

Per D'Amico, superholding sinonimo di svendita dei beni pubblici, opacit. La sinistra, nel suo manifesto elettorale, ha gi scritto a lettere cubitali la parola "trasparenza" nella gestione dei conti pubblici- Cos, opinione diffusa nell'Unione che un maxi-contenitore per ridurre il debito sia un modo per fare vendite finte, per nascondere la polvere sono il tappeto, per "celare spese pubbliche, per "fingere di cedere il controllo.

Tutto questo, in un momento in cui l'Ilalia sorvegliata speciale dalle agenzie di rating Standard & Poor's e Fitch che minacciano il declassamento, sarebbe altamente controproducente, fa presente Linda Lanzillotta, che teme una Parmalat2 in assenza di asset pubblici facilmente liquidabili e con adeguata redditivit.

Pi possibilista Roberto Pinza, della Margherita. Non ho obiezioni in linea di principio ma ritengo necessario fissare alcuni paletti: eliminare qualsiasi gigantismo, evitare di mettere immobili e azioni nello slesso calderone. Con la cessione di propriet immobiliari si pu fare cassa, mentre con le partecipazioni industriali occorre fare politica industriale.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news