LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma - Piano regolatore, ecco le correzioni per il progetto della nuova Roma
Di Simona Casalini
La Repubblica - 06.12.2005 -




Ma quand'è che si potrà andare negli uffici comunali a chiedere un permesso urbanistico in base al nuovo Prg? Prima o dopo le elezioni di primavera? La domanda è ancora in sospeso ma certo il passaggio di ieri, l'approvazione in giunta delle cosiddette 'controdeduzioni' al nuovo Piano regolatore di Roma, è una forte accellerazione verso l'entrata in vigore della normativa che stabilirà come, dove e secondo quali modalità, crescerà e si rimodellerà la città edificata nei prossimi anni.
Intanto, un passo indietro: tecnicamente le 'controdeduzioni' sono le risposte dell'amministrazione ad altrettante domande, 'le osservazioni' che, per legge chiunque può rivolgere al Campidoglio all'indomani della pubblicazione del nuovo Prg. E, nei 90 giorni concessi, dunque nel giro di tre mesi, di queste 'osservazioni' ne sono piovute all'Ufficio piano regolatore dell'Eur ben 11 mila: da parte di semplici cittadini ma anche da Legambiente, Wwf, Unione borgate (da sola ne ha presentate circa 600), Acer, ordini professionali e una anche la Soprintendenza archeologica di Roma che chiede «che sia più garantito il livello di tutela».
Alcune del tutto insostenibili, in tanti ad esempio hanno chiesto tout court di trasformare il proprio terreno agricolo in edificabile, così, tanto per provarci; altre più utilitaristiche, come i costruttori che, tra l'altro, chiedono, premi di cubatura se costruiranno con forti migliorie tecniche, pannelli solari, energie alternative; o anche moniti dettagliati, come quelli scanditi da Legambiente, ad esempio che il nuovo Prg non ribalti il principio che «si potranno costruire nuove case solo se avranno una linea di trasporto su ferro a non meno di 3 km di distanza' e che 'non ecceda oltre i 64 milioni di mq già annunciati'. E così via. Le 'osservazioni' a cui il Campidoglio ieri sera ha ufficialmente ha dato le sue risposte sono un po' come le migliaia di emendamenti che vengono presentati dopo una manovra di bilancio.
Accoglierle tutte sarebbe impossibile, rigettarle tutte sarebbe poco democratico, valutarle una per una e magari darne l'ok a qualcuna più sensata, è quello che hanno compiuto prima i tecnici capitolini - una squadra di un centinaio di architetti guidati da Dany Modigliani che ci ha lavorato sopra per quasi due anni - e poi ieri sera, in ultima battuta, il via libera politico della giunta capitolina. La parola adesso spetta ai municipi: potranno fare ulteriori 'osservazioni' e, nel caso, il Prg dovrà tornare in giunta.
Per l'ok finale bisognerà aspettare il voto del consiglio comunale. Finito l'iter? Sì, ma solo se in Regione, nel frattempo, sarà approvata la nuova legge Pompili sull'urbanistica, che, tra l'altro, conferisce a Roma pieni poteri sul suo 'Piano regolatore'. Altrimenti, con la legge regionale attuale, servirà ancora l'ok della Regione e allora per l'entrata in vigore i tempi potrebbero slittare senza nessuna scadenza.



news

22-07-2021
Corte costituzionale: sentenza su beni paesaggistici

20-07-2021
Piano strategico grandi progetti beni culturali: raccomandazioni sul decreto per la rimodulazione 2020

18-07-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 Luglio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

Archivio news