LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia - Illuminare Venezia, un piano e nuove regole
Di Manuela Lamberti
Il Gazzettino - Venezia - 06.12.2005




Il Comune intende adottare una normativa ad hoc per valorizzare le specificit della citt storica ed evitare abusi Un piano regolatore per l'illuminazione di Venezia. L'Amministrazione Comunale ha deciso che nella citt storica la luce debba essere pianificata per non deturpare la sua specificit. Ha dato i suoi frutti il convegno internazionale 'La luce tra natura e artificio. Illuminare Venezia e le citt d'arte?', promosso nelle giornate di venerd e sabato dall'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti in collaborazione con Aidi (associazione italiana di illuminazione). I massimi esperti del settore si sono confrontati sviluppando il tema della luce artificiale nelle citt d'arte, l'illuminazione urbana e monumentale fino a concludere la discussione con la tavola rotonda 'Illuminare Venezia: s? Come?'. E per Venezia -come annunciato dall'assessore ai lavori pubblici Mara Rumiz, che in questi giorni ha incontrato Agire, l'agenzia veneziana per l'energia- la necessit oggi quella di studiare un piano regolatore che fissi le linee e i parametri per la luminosit urbana. Il piano dovr fare in modo che venga contenuto l'inquinamento luminoso, portare a un risparmio energetico ma anche tutelare la sicurezza dei cittadini e il valore dei monumenti.
Basta, quindi, luci multicromatiche e spot luminosi che violentano l'essenza di Venezia rendendola sempre pi simile a un'immagine da cartolina. 'Non credo che Venezia abbia bisogno di una illuminazione maggiore rispetto a quella che c', credo vada fatta meglio -ha detto l'assessore- dobbiamo studiare come legare il tema della sicurezza alla tutela del bene culturale e al bisogno di evitare gli spari di luce che molte volte ci vengono richiesti per illuminare un palazzo appena restaurato o una chiesa quasi come se il pregio di un luogo venisse meno se non si fossero gli spot che illuminano la facciata'.
Alla tavola rotonda, coordinata da Lorenzo Fellin dell'universit di Padova, hanno partecipato anche Renata Codello, sovrintendente ai beni architettonici, Antonio Gatto, presidente dell'ordine degli architetti di Venezia, Paolo Gatto, assessore provinciale ai lavori pubblici, Vito Saccarola, presidente dell'ordine degli ingegneri di Venezia, Paolo Soardo, direttore della rivista 'Luce', e Marina Vio dello Iuav. Come sottolineato dalla soprintendente, l'illuminazione attuale molto lontana dalla specificit di Venezia e le proposte di illuminazione che la Soprintendenza riceve sono 'primitive, con scarsi livelli di elaborazione e tentano di imporre quello che Venezia non ma quello che gli altri vogliono che sia. Io chiedo che si discuta e ci si interroghi seriamente su che cos' la specificit di Venezia'. Sulla stessa lunghezza d'onda anche Marina Vio, secondo cui oggi necessario riqualificare questa citt e ridarle il fascino che una volta aveva, imparando a studiare una luce effimera che prenda spunto dai riflessi sui canali, nei riverberi, nei tagli.
L'assessore Rumiz ha infine proposto la costituzione di un tavolo per aprire un confronto, evitare sperimentazioni e porre dei paletti legislativi all'illuminazione in citt e nelle isole.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news