LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Beni culturali e paesaggistici: in arrivo il nuovo Codice
29/11/2005, www.edilportale.it


Eliminato il silenzio-assenso, nuove modalità di gestione dei monumenti e corso di laurea per i restauratori
--------------------------------------------------------------------------------


29/11/2005 - Dopo aver ottenuto il sì preliminare dal Consiglio dei Ministri il 18 novembre scorso, il decreto legislativo n. 42 del 22 gennaio 2004, che modifica il Codice dei beni culturali e del paesaggio, si avvia a diventare operativo.

Come previsto dall'art. 10, comma 4, della legge-delega 6 luglio 2002, n. 137, il provvedimento reca una serie di modifiche al Codice, che vanno dall’eliminazione della procedura di silenzio-assenso per i beni culturali e paesaggistici, alla previsione di una maggiore collaborazione tra Stato e Regioni nella redazione dei piani paesaggistici, a nuove regole per la gestione del patrimonio culturale. Novità anche per i percorsi formativi dei restauratori.

Per quanto riguarda il paesaggio, le modifiche apportate alla parte terza del Codice prevedono che, pur essendo i piani paesaggistici di competenza delle Regioni, lo Stato collabori nella stesura; nelle verifiche di compatibilità paesaggistica, il parere della Soprintendenza diventa vincolante, mentre l’autorizzazione di compatibilità paesaggistica diventerà efficace dopo 20 giorni, e non più dopo 30 come previsto dalla normativa vigente.

Sparisce dal Codice la possibilità di ricorrere al silenzio-assenso per i beni culturali e paesaggistici: questo procedimento è stato spesso utilizzato per la vendita dei beni demaniali, e comporta il rischio che vengano venduti immobili di pregio solo perché le soprintendenze non riescono a verificarne il valore culturale entro i termini di legge.
Resta da vedere se l’eliminazione del silenzio-assenso sopravviverà all’iter che il ddl deve ancora compiere.

Novità sono state introdotte anche per le modalità di gestione dei monumenti: sono previste la gestione diretta e la gestione indiretta. Quest’ultima consiste nell’affidamento diretto a soggetti giuridici costituiti o partecipati dalla pubblica amministrazione cui i beni pertengono. L’espressione “soggetti giuridici” sostituisce “istituzioni, fondazioni, associazioni, consorzi, società di capitali o altri soggetti” del Codice vigente.

Inoltre, il contratto di servizio che regola i rapporti tra lo Stato, proprietario del bene, e l’affidatario, dovrà contenere in modo più dettagliato le attività di valorizzazione e le previsioni progettuali, nonché i tempi di attuazione.

Relativamente alla formazione dei restauratori e all’insegnamento del restauro, le modifiche all’articolo 29 del Codice autorizzano la Fondazione per la conservazione e il restauro di Venaria Reale ad avviare, in via sperimentale, un corso di laurea magistrale.

Il testo verrà ora sottoposto alla Conferenza Stato-Regioni ed alle Commissioni parlamentari.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news