LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palazzo Barberini. Un Accordo deludente
Paolo Conti
03 DIC 2005, CORRIERE DELLA SERA cronaca Roma




Un accordo molto deludente. Non c' un modo altrettanto efficace e serio per commentare il mancato trasloco del ministero della Difesa dai locali storici di Palazzo Barberini, in particolare dalla sala del Trono e dal resto dei settecento metri del piano nobile che costituiscono il cuore di quel magnifico edificio. L'unica, vera considerazione una sola: nessun circuito museale sar ancora possibile con una frattura cos evidente e grossolana.
Non si potr parlare di vera Galleria nazionale di arte antica finch una fetta tanto significativa della sua sede sar destinata a un compito cos lontano dall'arte come l'alta rappresentanza (fissa e non episodica: quei locali saranno perennemente sbarrati al pubblico) di un altro dicastero. Nessun sospetto di antimilitarismo da quattro soldi, sia ben chiaro. Lo stesso discorso varrebbe se ci fossero di mezzo gli Esteri o gli Interni o qualsiasi altro portafoglio.
Vale la pena ricordare che il primo accordo tra ministeri per un abbandono completo e incondizionato di palazzo Barberini da parte della Difesa risale al marzo 1994 (governo Ciampi)
quando i Beni culturali erano guidati da Alberto Ronchey e alla Difesa c'era Fabio Fabbri. Il Circolo Ufficiali aveva accettato la Casina delle Rose come nuova sede. Nel giugno successivo (governo Berlusconi) Domenico Fisichella ai Beni culturali e Cesare Previti alla Difesa confermarono l'intesa. Nel gennaio 1997 (governo Prodi) i ministri della Difesa Beniamino Andreatta e dei Beni culturali Walter Veltroni individuarono in palazzo Brazz la soluzione giusta. Ma nessuno aveva mai discusso il principio di fondo: sgombrare palazzo Barberini.
Il paradosso del 2005 che il Circolo Ufficiali si trasferir davvero a palazzo Brazz. In pi il ministero della Difesa (in pi!) potr disporre dei 700 metri quadrati pi prestigiosi dello stabile, sempre e comunque. Non accadr infatti ci che era concesso nell'intesa Veltroni-Andreatta, quando si immagin che una cinquantina di giorni l'anno una parte dei locali di Palazzo Barberini potesse essere utilizzata per quello scopo.
un grande passo indietro, insomma, rispetto ai tempi di Ronchey e agli accordi sottoscritti, via via, da Fisichella, da Veltroni e poi confermati da Giovanna Melandri. Amareggia molto che. in tempi di tagli alla cultura, si assista a un altro tipo di taglio, persino pi visibile di quello economico. Cio la sottrazione di una parte consistente di spazi storici a una Galleria nazionale di arte antica che non riesce ancora a vedere la luce.



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news