LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torre Canne inserita, dall'Agenzia del Demanio, nell'elenco dei fari da riconvertire a scopi turistici e scientifici
Mimmo Mongelli
01/12/2005 http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/


Il faro diventer approdo

Un modo per rivitalizzare la costa, lungo la rotta per la Grecia


FASANO Il faro di Torre Canne trasformato in un approdo per i naviganti? Il progetto al vaglio dell'Agenzia del Demanio, la struttura che ha il compito di amministrare gli immobili di propriet dello Stato. L'Agenzia ha intenzione di dare in concessione otto fari, dislocati lungo le coste pugliesi, da San Domino a Ugento, da trasformare in hotel e ristoranti. Nell'elenco dei siti che fino ad oggi sono stati affidati alla Marina italiana, ma che ormai non hanno pi nessun interesse sul piano militare, c' per l'appunto, il faro di Torre Canne, una struttura che da sempre il simbolo per eccellenza della frazione balneare fasanese. L'intenzione dell'Agenzia non , stando alle indiscrezioni, quella di proporre indistintamente i fari costieri che sono finiti nell'elenco. Piuttosto, saranno proposti a lotti, divisi in cinque diverse categorie: fari del benessere (destinati a diventare alberghi), del gusto (ristoranti), del mare (approdi), del viaggiare (simili ad autogrill), della ricerca (da gestire con Enea, Cnr, e Universit). Quello di Torre Canne l'unico faro pugliese che rientra nella terza categoria. Dunque, se il progetto sar concretizzato il sito della frazione balneare fasanese sar trasformato in un approdo per i naviganti, che potranno scegliere di farci tappa durante una crociera in barca a vela. Se per l'Italia si tratta di un'idea nuova, all'estero lo sfruttamento dei fari sul fronte turistico gi in atto da anni. Un esempio: dall'altra parte dell'Adriatico, in Croazia, da tempo possibile soggiornare in undici fari, uno dei quali ubicato nell'isola di Palagruza, a poche miglia dalle Tremiti. La stessa cosa possibile, da anni, negli Stati Uniti, in Olanda, Norvegia e Scozia. Secondo quanto previsto dall'Agenzia del demanio, il futuro del sito di Torre Canne non quello di diventare un hotel o un ristorante, ma un approdo per i naviganti sulla rotta della Grecia e dell'Oriente. Il progetto a buon punto. Conclusa la fase del monitoraggio, il prossimo passo consister nel chiedere alla Marina militare di mettere a disposizione i fari individuati per poter avviare i lavori di ristrutturazione dei siti. In seguito, dovranno essere stipulati gli accordi con Comuni, Sovrintendenze e ministero dei Beni culturali. Ultima fase sar quella delle gare a cui potranno partecipare gli imprenditori interessati a rilevare i fari, destinati ad essere riconvertiti in strutture al servizio del turismo. Difficile, al momento, preventivare quanto tempo passer prima che il progetto sia concretizzato. Se l'istanza dell'Agenzia passer cos come stata messa a punto, oltre a quello di Torre Canne, a cambiare destinazione saranno, in Puglia, i fari di San Domino, alle isole Tremiti, che diventer un albergo, quello di San Giovanni, a Ugento, nel Leccese, e la Lanterna di Mattinata (Foggia) che diventeranno ristoranti, quello di Pedagne (Brindisi) e quello di Scoglio di Sant'Eufemia, a Vieste (Foggia), destinati a diventare una sorta di autogrill del mare, quello di Sant'Andrea (Gallipoli) e quello di Capraia (Isole Tremiti) che diventeranno centri di ricerca.









news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news