LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ARTE COME RISORSA La cultura? Occasione d'oro per lo sviluppo
Sergio Dall'Omo
GAZZETTINO 30/11/2005


Da domani a domenica, a Venezia il DC Salone dei beni culturali.
Un'offerta con oltre 150 stand e 60 eventi Venezia Domani mattina al Venezia Terminal Passeggeri in Marittima -comodo parcheggio gratuito e servizio navetta da Piazzale Roma- s'inaugura il IX Salone dei Beni e delle Attività Culturali, manifestazione dedicata alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio della nostra civiltà, che rappresenta una eccezionale risorsa, in grado di generare nuova occupazione ed allargare l'indotto economico, L'apertura al pubblico è prevista da venerdì alle 9.30 a domenica 4.

Questo di Venezia è ormai un appuntamento consolidato, che ha guadagnato negli ultimi anni una grande credibilità e un ruolo che si constata nel crescente successo in termini di espositori e di visitatori.

Organizzato da Veneziafiere in collaborazione con Villaggio Globale International e il Distretto Veneto dei Beni Culturali e diretto da Maurizio Cecconi, il Salone è una importante vetrina nazionale e internazionale, ma anche una fondamentale occasione di dibattito e di confronto, e di dialogo tra i vari soggetti istituzionali, e tra questi e il Paese. In particolare, quest'anno le Province italiane divengono protagoniste grazie ad un accordo tra Veneziafiere Spa, che organizza l'evento, l'Amministrazione Provinciale di Venezia e l'Unione delle Province italiane.

Il Salone avviene m un momento in cui l'Italia vive l'angoscia di un bilancio statale pesantemente deficitario, al quale si sta cercando di far fronte con drastiche riduzioni di spesa che vanno a toccare proprio questa straordinaria risorsa che si continua a considerare come centro di costo e non come una vera e propria risorsa produttiva.

Nell'insieme si tratta di un dibattito difficile nel quale, come evidenziano gli organizzatori dell'evento «gli ottimisti parlano di stagnazione ed i pessimisti di recessione, mentre, dal canto suo il Salone di Venezia si offre come fertile terreno per una risposta non di nicchia che vuole riscoprire come "know-how", tecnicità, organizzazione e valorizzazione possano aiutare lo straordinario settore dei Beni Culturali a dare una mano allo sviluppo del nostro Paese». Da sempre incentrato sul tema della valorizzazione, nella sua nona edizione il Salone amplia la sua offerta presentando la prima edizione di "Restaura", che affronta -per la prima volta in maniera organica - il tema del restauro proponendo l'incontro ed il confronto delle imprese che operano nei Beni Culturali.

Inoltre si affronta il grande comparto del "turismo culturale", ricchissimo di prospettive ma anche di problematiche, con l'ingresso dei tour operator e degli entri turistici in fiera "perché anche la cultura va organizzata nel suo modo di essere vista e legata alle altre attrazioni del territorio". Sono infalli molte le destinazioni euristiche italiane che hanno lavorato e lavorano per valorizzare al meglio il proprio patrimonio storico-artistico e presentare "prodotto" e offerta ad un ampio bacino di domanda nazionale ed internazionale.

In questo processo d'organizzazione, comunicazione e vendita del "prodotto turistico-culturale" sono numerosi gli attori che svolgono un ruolo decisivo, dalle Amministrazioni locali agli operatori turistici, con il coinvolgimento di istituzioni, fondazioni ed enti culturali, agenzie di promozione e organizzatori di eventi.

Grazie alla collaborazione con l'Assessorato al Turismo e alle Apt della Provincia di Venezia, il Salone ospiterà la VI Edizione di "Viaggiandum Est", Borsa del Turismo Culturale, un workshop dedicato agli incontri professionali tra qualificati tour operator specializzati in turismo culturale e i rappresentanti dalle imprese e dei sistemi di offerta territoriali, Ricca di novità, la nona edizione del Salone, riconferma le cifre "importanti" dello scorso anno: oltre 150 stand m 14.000 mq di spazio espositivo, 60 tra convegni ed eventi - a partire dalle 9-30 di venerdì 2 dicembre - e oltre 170 relatori - storici dell'arte e direttori museali, amministratori pubblici, tecnici e responsabili delle aziende operanti nel settore - con alcune presenze particolarmente significative, Non mancano infine le attrattive e le iniziative per il pubblico che, oltre alla visita dei tanti espositori che danno un interessante "spaccato" dell'Italia culturale, potrà godere dei sapori dell'enogastrono-mia - con appuntamenti a cura di Terra Ferma - intesa come «buono culturale", assistere a inedite proiezioni dell'Asolo International Art Festival o partecipare a laboratori didattici a cura di Naftali, Sezione didattica di Codess Cultura e Irre Veneto e Sovrintendenza speciale per il Polo Museale veneziano.

----------------------------------------------------

«Restaura», tra imprese ed arte. Venezia

Nasce a Venezia "Restaura", rincontro delle imprese del restauro dei beni culturali. Il nuovo evento pensato in collaborazione con il Distretto Veneto dei Beni Culturali e con la partecipazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, trova finalmente un proprio spazio nell'ambito del Salone dei Beni e delle Attività Culturali offrendo ai professionisti del settore un'occasione importante, esclusivamente a loro dedicata, per fare il punto sui principali aspetti tecnico-operativi legati al restauro del patrimonio storico-artistico del nostro Paese.

Tre le aree tematiche: strumenti e metodi diagnostici, materiali e macchine per il restauro, procedure tecniche per la conservazione. Grande protagonista di questa edizione è l'Amministrazione Provinciale di Venezia che ha individuato nel Salone 11 luogo e l'occasione in cui la tematica della Cultura di Provincia - e dunque della valorizzazione dei beni diffusi sul territorio - potrà essere opportunamente affrontata, promuovendo il comvolgimento dell'UPI (Unione delle Province d'Italia) e la partecipazione delle Province italiane. In particolare, la Provincia di Venezia si pone come un laboratorio ideale per il restauro, caratterizzata com'è dalla presenza di un unicum come il centro storico veneziano con il suo fragilissimo tessuto edilizio urbano, ma anche da un patrimonio storico, artistico e monumentale diffuso, che va dalle ville venete sulla Riviera del Brenta a centri storici di elevatissima valenza culturale come Chioggia, Portogruaro, Concordia Sagittaria, Noale.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news