LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sos Fondazione Basso: «Tutto è lecito per fare cultura»
E. Sa.
27-NOV-2005 CORRIERE DELLA SERA cronacaRoma


Una notizia buona e una cattiva sul fronte dei tagli alla cultura. Quella buona è che il ministro per l'Economia Giulio Tremonti ha firmato, il 17 novembre scorso, un decreto con cui si sbloccano i fondi destinati per legge (534/96), ogni anno, ad oltre 80 istituti iscritti all'Associazione delle istituzioni culturali italiane (Aici).
Istituti e fondazioni, senza scopo di lucro, che per tutto il 2005 dallo Stato non hanno ricevuto fino a oggi neanche un centesimo. E che prevalentemente con quei soldi dello Stato campano. «Finalmente, quasi fuori tempo massimo, e dopo un pressing quotidiano, stiamo firmando i mandati di pagamento», tira un sospiro di sollievo il direttore generale dei Beni Culturali Luciano Scala.
Si tratta, per citare fra i tanti che hanno sede a Roma, di capisaldi della storia culturale italiana: Istituto Gramsci, Fondazione Spirito, Istituto nazionale di Studi Romani, Istituto Sturzo, Fondazione Lelio Basso...
L'altra notizia invece, quella brutta, è che molti di questi istituti non ce l'hanno comunque fatta a trascorrere indenni, senza quei soldi che dovevano arrivare mesi addietro, l'intero anno ormai trascorso.

E a mali estremi stanno per rimediare, come da proverbio, con estremi rimedi. E' appunto il caso della prestigiosa Fondazione Lelio e Lisli Basso, che comunque per sua fortuna ha una sede di proprietà, l'ex casa di Lelio, uno dei padri della sinistra, deputato fin dalla Costituente, raffinato bibliofilo, intellettuale e senatore.
Per sopperire alla grave mancanza di finanziamenti (secondo l'ultima tabella triennale spetterebbero all'Istituto 220 mila euro, ridotti poi a 180, con cui pagare luce, personale, attività culturali, garantendo anche l'apertura di un'importante biblioteca) i responsabili della Fondazione hanno dunque organizzato una singolare «mostra», che è in realtà un modo di rimboccarsi le maniche tentando di far fronte, con aiuti privati, al ritardo di quelli pubblici.

La storia comincia con una preziosa collezione di mappe storiche della città di Roma dal Sette al Novecento. Trenta pregevoli pezzi tra cui «La topografia di Roma» di Nolli e Piranesi, del 1748; il «Pian topographique de Rome moderne» di Paul Letarouilly, del 1841; un'edizione del 1820 delle «Vestigia Antiquae Romae» di Pirro Ligorio, celebre ricostruzione della Roma imperiale, e altri pezzi con firme da Sickler a Bulla, tra cui molte piante ottocentesche decorative.
Una raccolta di valore che farebbe gola a qualsiasi collezionista, ma che la famiglia Basso mette invece a disposizione con l'intento di «stimolare donazioni da parte di privati a favore della Fondazione. Tutto è lecito pur di poter continuare a fare cultura». Altrimenti detto, al termine della mostra (allestita in via della Dogana Vecchia 5 dal 12 al 23 dicembre e intitolata «Roma-in-pianta») ogni benefattore riceverà a sua volta in regalo una delle piante esposte, «di valore proporzionato alla sua donazione». Non si tratta di una vendita, va detto: oltretutto tecnicamente impossibile per una Fondazione. Bensì di una richiesta di aiuto, il gesto estremo di chi è pronto a privarsi di un bene privato e affettivo pur di salvare la «baracca»: che in questo caso, però, rappresenta un pezzo importante di storia italiana.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news