LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Al via il cantiere della Domus Tiberiana . Visita al Palatino con il soprintendente Bottini: il muro crollato non era romano, era dell800
di Adele Cambria
27/11/2005 L'Unit

NEL GRAN FREDDO di una mattina illimpidita dalla tramontana, il Soprintendente mi guida per una salitella ormai vietata ai visitatori, dopo il crollo del muro, fino alle Uccelliere, agghindate e vezzose, degli Orti Farnesiani.

Il cardinale Alessandro Farnese, fratello di Papa Paolo III, cre qui il primo orto botanico del mondo, e nel corso di un secolo, fino al 1625, coprendo senza scrupoli gran parte delle strutture antiche, il Vignola, Jacopo del Duca, Giacomo Rainaldi, vi si avvicendarono inventando fontane, giardini segreti, ninfei, vigne ed il Casino del Belvedere.

Il problema, mi spiega il Professore, ancora quello di conservare il meraviglioso habitat farnesiano, e gli assetti successivi, rispettando di pi, dice, le antichit... .
E per esempio si appena scoperto che il muro crollato alle spalle della terrazza inferiore delle Uccelliere, ornata dalla incantevole Fontana del Leone, (dove si addensa il capelvenere), ottocentesco, e non romano.

Il Soprintendente chiama la giovane archeologa Francesca Carboni, in tuta guantoni e casco protettivo, a confermarmelo: mattoncini di copertura, disposti a simulare l'arte muraria romana, ma imbottiti di terra di riporto. Probabilmente - dice Bottini - un muro di Pietro Rosa....

Ed apprendo cos l'esistenza di un personaggio davvero straordinario, architetto e topografo, a cui risalgono i primi scavi sul Palatino, voluti e finanziati da Napoleone III, il figlio secondogenito di Luigi Bonaparte, (nominato da Napoleone I, suo pi celebre fratello, Principe d'Olanda). Il Professore mi indirizza da Maria Antonietta Tomei, uno dei Direttori della Soprintendenza, che ha scritto, mi dice, un documentatissimo volume sulla storia degli scavi francesi del Palatino, condotti appunto da Pietro Rosa. Gli scavi cominciarono non appena, nel 1861, Napoleone III - che intendeva scrivere una Histoire di Jules Csar, riconoscendosi nel personaggio del dittatore saggio e a tempo - acquist gli Orti Farnesiani dall'ex Re di Napoli, Francesco II di Borbone, che li aveva ereditati dai Farnese. Ma intanto il Soprintendente mi dice le sue preoccupazioni per la gestione del Palatino; e mi sembrano tanto pi giustificate perch ho l'impressione che Angelo Bottini sia una persona immune da un pessimismo istituzionale. Questa una Soprintendenza ricca - mi avverte - se la paragono a quella di Firenze dove ero prima.... E tuttavia, due cose sono essenziali, e dovrebbero essere, dice, capillari e costanti: Il monitoraggio e la manutenzione. E gi il monitoraggio dell'intero complesso un'impresa quasi disperata. Non conoscendolo tutto, e non essendo opportuno portare alla luce tutto quanto esiste nel sottosuolo, che fino alla valle del Colosseo rimane inesplorato, anche difficile metterlo in sicurezza .

Poi, chiarisce qual'era il metodo di costruzione dei palazzi repubblicani ed imperiali elevati, sottolinea, in soli cinquant'anni, sul colle: che, per essere in origine dedicato alla Dea Pales, si chiam Palatino e quindi diede il nome a ci che ancora oggi chiamiamo Palazzo. I romani - dice il Soprintendente - non distruggevano nulla: inglobavano e spesso utilizzavano le vecchie costruzioni, edificando il nuovo. I Palazzi pi importanti usavano razionalmente il sottosuolo attraverso criptoportici, camminamenti, cunicoli adibiti alle pi varie funzioni... Da Augusto a Nerone, l'esplosione urbanistica di Roma, della sua classe egemone, diremmo oggi, dur non pi di cinquant'anni... Un tempo brevissimo, se si pensa alla megalomania di Nerone il cui cantiere era immenso, si estendeva dal Palatino al Colle Oppio... Nerone progettava di farne per intero il suo Palazzo... .

E tutto questo oggi a rischio?, chiedo. S, se non si riesce ad estendere il monitoraggio, e a realizzare il consolidamento archeologico di una vasta parte del Palatino, il rischio che sprofondi c'... Ma qualcosa stiamo facendo....

E mi porta a vedere ci che resta della Domus Tiberiana, di cui Pietro Rosa cominci a scavare, per Napoleone III, un atrio centrale interrato e due serie di stanze.

Qui sar installato a partire dal primo gennaio il cantiere di manutenzione, per cui saranno impiegati i 5 milioni di euro stanziati dal governo nel 2004.

Ultima domanda: Di che cosa ha bisogno soprattutto la sua Soprintendenza? . La rispostami sorprende: Soprattutto di personale, a livello impiegatizio: geometri e amministrativi. A livello di vertice, gli archeologi non ci mancano, e agli ingegneri, come l'ingegnere Giorgio Croce, docente universitario, a cui stato affidato il compito di individuare le cause del crollo del muro di Pietro Rosa, si possono richiedere prestazioni professionali di altissimo livello....

Professore - azzardo - ma non bastano le belle rovine a far felici noi posteri? Guardi questo gruppo di visitatori che non riuscivano a ritrovarsi tra loro perch alcuni avevano scambiato l'Arco di Costantino per l'Arco di Tito... Non hanno un'aria estasiata comunque?.

Bottini sorride indulgente: Penso - dice - ad un mezzanino come centro di servizi della Soprintendenza, da installare nella stazione della nuova metropolitana, con una serie di informazioni didattiche per i visitatori del Palatino e del Foro... Perch un po' di conoscenza ci vuole... .



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news