LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Biennale. Buttiglione gela Venezia: Faccia sistema con Milano
Sara D'Ascenzo
Corriere del Veneto 26/11/2005

Una doccia fredda. A Venezia per un convegno con i ministri della Cultura europei, Rocco Buttiglione gela le preoccupazioni veneziane sul futuro del festival del Cinema dopo la presentazione della kermesse romana. "A suo tempo — dice il ministro — sembrava che a Venezia fossero tutti contenti per il festival di Roma. Veltroni aveva assicurato che non era in competizione, Cacciari aveva accolto questa dichiarazione con favore (a patto di avere risorse a disposizione, ndr). E io avevo detto con chiarezza che i mezzi vanno trovati: non si può pensare che vengano dati dallo Stato soldi a piè di lista, occorre sviluppare un progetto integrato tra Venezia, il Veneto e possibilmente la Lombardia. Quanto alla questione di Venezia e di Roma, se Venezia avesse dietro il sistema imprenditoriale del Nord Est e quello milanese con la Fiera di Milano, potrebbe puntare ad un 'assoluta eccellenza".

E invece, a distanza di due mesi, Roma, conl'au-ditorium di Renzo Piano, comincia a sembrare uno spettro troppo grande per il lido e il suo palazzo del Cinema di là da venire. Tanto che l'altro ieri perfino il prudente presidente Davide Croff si è detto «preoccupato» da Roma. Soprattutto per il taglio pesante al Fus che incombe sulla Mostra del Cinema del lido, finanziata in larga parte dallo Stato. La questione è chiara al ministro, che non raccoglie le polemiche sul Fus e mette il dito nella piaga: la mancanza di sistema a Venezia.
«Avevo detto con chiarezza — spiega Buttiglione — di fronte alle affermazioni di Cacciari, che i mezzi vanno trovati, non si può pensare che vengano dati dallo Stato a piè di lista, occorre sviluppare un progetto integrato tra Venezia, il Veneto e meglio ancora la Lombardia. Se poi riuscissimo, come sto tentando di fare, a sviluppare un progetto nazionale di cinema, lì si potrebbe incastonare meglio il ruolo di Venezia. Non è più possibile che ognuno cammini da solo». Ce n'è, per tutti, non solo per le istituzioni: «Quanto alla questione di Ve e Roma — dice infatti Buttiglione — Roma ha dietro di sé una città di 2.871.000 abitanti e un sistema imprenditoriale potente. Se dietro Venezia ci fosse il sistema imprenditoriale del Nord-Est e quello milanese con la Fiera di Milano
non avrebbe da temere nessuna concorrenza di Roma e potrebbe puntare invece ad acquisire un'assoluta eccellenza. Proviamo a fare sistema, questa è l'unica strada». Ora la parola d'ordine è reagire. E se il Comune lo fa esibendo i 16 milioni spesi negli ultimi cinque anni dall'amministrazione per le sedi della fondazione (da palazzo Querini-Dubois al Padiglione Italia), la Provincia lo fa ricordando come sia giusto scommettere sui giovani e sulla ricerca e cercare di creare un circuito dentro la città di cui la Biennale sia il perno. «La forte presenza economica delle istituzioni nel festival di Roma— spiega Davide Zoggia, presidente della Provincia — e quello della Camera di Commercio, è dovuto al fatto che si vuole lanciare una cosa nuova. Piuttosto, tra le istituzioni c'è una grande sinergia che non credo sia legata solo alla politica. A Venezia, oltre a questa intesa che peraltro già c'è, serve capire come la si rilancia». Una domanda che per il deputato diessino Andrea Martella, a lungo impegnato nelle vicende parlamentari della Biennale ha una sola risposta: «Ci vuole una svolta reale per trovare nuove risorse. Comune, Provincia e Regione devono svolgere un ruolo sempre più forte e così anche lo Stato. Roma dimostra di aver messo in campo una serie di buone idee». La Biennale, comunque, non dorme sonni tranquilli. «Roma non va sottovalutata, altrimenti se andiamo tutti e due verso un mercato conflittuale possiamo avere dei problemi», dice Bruno della Ragione, mentre Amerigo Restucci fa sue le ansie di Croff: «Sono preoccupato: se non si sveglia la città di Venezia per noi sono guai».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news