LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI: Petruzzelli, soldi insufficienti "il ministero fa propaganda"
LELLO PARISE
La Repubblica, Bari, 24/11/2005


La denuncia dell'assessore regionale alla Cultura: i 20,8 milioni di euro per il Politeama non bastano


NESSUNO da ancora il via alla gara d'appalto per la ricostruzione del teatro Petruzzelli, ma con i tempi che corrono l'assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli agita uno spettro poco rassicurante: «I soldi non bastano». È la classica doccia fredda, all'indomani della nomina di Giandomenico Vaccari nei panni di sovrintendente della Fondazione lirico-sinfonica. Ci sono, sia pure solo sulla carta, qualcosa come venti milioni di euro per la rinascita del Politeama andato a fuoco ormai quasi quindici anni fa. Però la Godelli, tanto pignola quanto senza peli sulla lingua, non nasconde ase stessa e tanto meno alla platea barese, che «la stima dei costi risale a quattro anni fa, quando già mancava all'appello una cifra significativa, quattro milioni, per gli arredi».
Quanto al progetto sponsorizzato dal ministero dei Beni culturali e che per forza di cose continua a rimanere chiuso in un cassetto della Sovrintendenza, l'assessore non ha illusioni da sbandierare: «Dico e ripeto che dobbiamo sapere se è completo e soprattutto, efficace. Se cioè una volta realizzato, consentirà al Petruzzelli di essere competitivo, come nel passato, rispetto alla Scala o alla Fenice. Sì, perché purtroppo non basta esclusivamente essere belli o bravi per tenere in piedi un teatro. Occorrono piuttosto produzioni lirico-sinfoniche-teatrali degne di questo nome».
Dopo avere innescato la miccia, la Godelli avverte: «Questo è un tema tecnico, non politico». Ma subito dopo, non rinuncia ad impugnare il fioretto della polemica: «II sottosegretario Bono vuole imporlo, quel progetto, così com'è. Per quanto mi riguarda, non so neppure se Bono abbia mai ascoltato un'opera lirica in vita sua». Mai e poi mai dalle labbra sottilmente maliziose dell'assessore salterebbe fuori un'accusa di incompetenza nei riguardi di un "ambasciatore" del ministro Buttiglione. Male frulla con insistenza nella testa il sospetto che Bono & C. vogliano recitare il ruolo degli scaltri uomini di governo. «Per gridare al mondo intero, prima che la legislatura finisca: "La Casa delle libertà è stata in grado di appaltare quest'opera". La sottoscritta, però, non consentirà a chicchessia di varare un appalto condannato inevitabilmente ad essere bloccato perché il denaro non è sufficiente o ad essere addirittura fasullo».
Il guaio è che sui quattrini, come sul domani, non c'è certezza. E' sicura, la Godelli, che «dovrà essere lo Stato a farsi carico delle maggiori spese». Certo, la Regione non si tirerà indietro, «ma potremo intervenire per una quota che non sarà astronomica». Intanto «tra la fine di dicembre e gli inizi di gennaio 2006» al consiglio di amministrazione della fondazione Petruzzelli dovrebbe essere consegnato il dossier dei due esperti di rango, Cova e Reinhold, incaricati dallo stesso di fare le pulci al chiacchierato progetto con particolare riguardo all'acustica e alla macchina scenica. I "temi tecnici" che agita la Godelli, rammentate?
Soltanto nell'anno che verrà sarà quindi possibile avere «le idee chiare». La contesa si divide fra due scuole di pensiero, chiamiamole così: da una parte c'è chi vorrebbe installare il mo-
tore di una Cinquecento sul telaio di una Ferrari e fare sì che comunque la sedicente fuorise-rie-Petruzzelli si metta in moto, ancorché non sarà destinata presumibilmente a vincere nemmeno un Gran Premio dello Spettacolo; dall'altra si schierano quelli che, come la Godelli, non vogliono fare scendere in pistaun catorcio e basta. «Le cose vanno per le lunghe unicamente se non si è seri. Ed io non ho la benché minima intenzione di prendere in giro la gente».



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news