LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lasta va bene ma vogliamo subito i fatti
La Nuova Sardegna 24 novembre 2005

Arbus, gli albergatori parlano del futuro di Ingurtosu e delle ex aree minerarie

ARBUS. Misto di entusiasmo e scetticismo tra la gente dopo lannuncio dell asta internazionale della Regione per le aree
ex minerarie di Ingurtosu, Pitzinurri e Naracauli.
Al giudizio politico di gran lunga positivo del sindaco Raimondo Angius, si contrappongono i dubbi degli operatori turistici
e imprenditoriali. Dubbi che nascono da delusioni passate.
Per il primo cittadino (e seppur con sfumature diverse
ha detto lo stesso il Consiglio) liniziativa della giunta
Soru appare come linizio dello sviluppo turistico di Arbus.
A patto, per, che il Comune rivesta un ruolo di primo
piano nel recupero e nei progetti di valorizzazione degli
immobili della vecchia miniera e ne diventi uno degli
attori principali.
Gli arburesi tengono invece i piedi per terra, lo scetticismo
non manca e parlano di qualcosa ancora troppo campato
per aria. A pesare sul giudizio sono le tante cocenti
delusioni e le tante mancate promesse che in questi ultimi
anni hanno riguardato il recupero e la valorizzazione in
chiave occupazionale e turistica del patrimonio ex minerario.
E da oltre 30 anni che si parla e si progetta lo sviluppo
turistico di Ingurtosu e dintorni dice Antonio Pusceddu,
giovane imprenditore turistico spero di sbagliare
ma ho paura che anche questa volta possa trattarsi delle
solite promesse. Prima il faraonico progetto MIF (Montevecchio-
Ingurtosu-Funtanazza) elaborato dallAgip subito dopo la chiusura degli ultimi pozzi estrattivi e mai venuto alla luce. Poi gli accordi di programma su Funtanazza e Scivu rimasti lettera morta.
A seguire ancora listituzione di un Parco Geominerario
mai decollato e infine lacquisto di Funtanazza da parte
una societ controllata da Renato Soru.
Proprio questultima vicenda aveva fatto impennare gli
indici di gradimento dei cittadini arburesi che vedevano
nel nuovo proprietario la persona ideale per realizzare a
Funtanazza qualcosa di produttivo e utile alla grande sete
di lavoro del territorio. Ma anche in questo caso, un p
per lentrata in politica dello stesso Soru e per ragioni burocratiche, arrivata lennesima delusione.
Nellimmediatezza della ufficializzazione dellacquisto
di Funtanazza da parte di Renato Soru dice Giovanni
Concas, impiegato ci fu tanta euforia e sembrava davvero
che lo sviluppo dellarea fosse cosa fatta. Invece a tre
anni di distanza restano solo i ruderi. Ribatte Enrico
Frongia, consigliere di amministrazione del consorzio
Marchio Arburese: La speranza di veder nascere qualcosa
c sempre, ma necessario fare in fretta perch il paese
e i suoi imprenditori hanno bisogno di fatti concreti.
Certo lazione dellesecutivo regionale vista positivamente
positivamente perch smuove una situazione immobile
da anni e perch presuppone unidea di sviluppo nuova
e compatibile con il rispetto della storia e della ricchezza
naturale di queste aree.
Ma c anche chi vede il rischio concreto di veder togliere
per sempre alla comunit la possibilit di rientrare in
possesso del patrimonio immobiliare costato tanti sacrifici ai minatori.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news