LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Adesso tagliano pure Brera
ANTONIO SCIOTTO
il manifesto 24-NOV-2005

E s, pi in basso di cos il governo non ci poteva proprio gettare: adesso alla Pinacoteca di Brera non riescono neppure a pagare le bollette del telefono e il gas per il riscaldamento. Causa tagli in finanziaria. L'arte nel wc: anche all'Elba, ad esempio, devono chiudere tutti i pomeriggi il museo dedicato a Napoleone, mentre gli Uffizi tengono serrate, a scacchiera, circa il 40% delle sale ogni giorno. Manca il personale. Prima i pensionati, i lavoratori, i precari: ora hanno ridotto al verde anche la cultura.
Naturalmente ieri il ministro dei Beni culturali Rocco Buttiglione si guardato bene dall'incontrare i dipendenti (e i precari, pari al 50% del personale) della Pinacoteca di Brera: doveva inaugurare il restauro della Pala di Pesaro del Savoldo, ma non si visto proprio. Causa influenza, ha fatto sapere il ministero. Nei cortili di Brera, ad attenderlo, c'erano i lavoratori della Biblioteca Braidense, dell'Archivio di Stato, della Mediateca di Santa Teresa e di tutte le Soprintendenze. L'onorevole Buttiglione restauri anche il personale, recitava un volantino dei Cub.
I sindacati denunciano la situazione ormai tragica della carenza di personale negli istituti milanesi, mentre la finanziaria prevede tagli all'organico del 5%. Inoltre, in Lombardia, il personale ormai ridotto alla met di quanto previsto dalle piante organiche che garantiscono i servizi. I precari corrono il rischio di non ricevere lo stipendio a dicembre a causa del provvedimento Tremonti taglia spese. Da almeno 5 anni - continuano - la forbice si abbatte sopra le spese di funzionamento riducendole di oltre il 50%. Questo comporta meno soldi per luce, acqua, telefono, pulizie, informatica, sicurezza, scuole e archivistica. Una scelta che si sospetta predeterminata, in modo da dismettere quello che non serve e dare la parte buona ai privati.
I tagli sono diventati insostenibili - conferma Libero Rossi, responsabile nazionale Fp Cgil Beni culturali - Hanno ridotto i bilanci del settore addirittura del 60%, arrivando a togliere 130 milioni di euro gi in cassa. E non stiamo includendo i soldi sottratti al Fondo spettacolo: 164 milioni. Quando parliamo di telefono e gas non scherziamo: i debiti con la sola Telecom di soprintendenze, musei e istituti dipendenti dal ministero sono di oltre 150 mila euro. Certo, con i governi di centrosinistra, per l'ingresso nell'euro, avevano gi tagliato il 10% dei budget: ma adesso siamo oltre ogni immaginazione.
Tutto questo per tacere dei precari, pi di 250 mila nel pubblico impiego: a parte 7 mila contrattisti a termine che il govemo avrebbe intenzione di stabilizzare entro il 2008, restano decine di migliaia di cococ del tutto ignorati: secondo la Cgil 90 mila di loro sono a rischio, a causa dei tagli in finanziaria. E ai Beni culturali, da gennaio, potrebbero perdere il posto 95 collaboratori, tutti ex Lsu, al ministero dal 1992: hanno gi scioperato nelle scorse settimane, il 5 dicembre una nuova mobilitazione.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news