LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pinacoteca, stop ai tagli Pi garanzie per i precari
Stefania Consenti
il Giorno cronaca Milano 24-NOV-2005

MILANO Alla fine l'incontro fra il ministro per i Beni culturali, Rocco Buttigiione, atteso per l'inaugurazione del restauro della Pala di Pesaro del Savoldo e i lavoratori della Pinacoteca di Brera, del Cenacolo Vinciano, della Biblioteca Braidense, dell'Archivio di stato e delle Mediateca non c' stato. Ma nei cortili di Brera andata ugualmente in scena, dalle 10,30 alle 12, la protesta degli addetti dei Beni culturali contro la Finanziaria che come hanno spiegato i sindacati Uil, Cgil, Rdb e Unsa, prevede un taglio del personale, gi ridotto all'osso, del 5%.
In Lombardia l'organico - denuncia Marina Zetti, delegata sindacale di RdbCub - ridotto alla met rispetto a quanto previsto dalle piante organiche. I precari sono il 50% del personale in servizio e garantiscono, dal '99, i servizi di apertura al pubblico ma rischiano di non ricevere lo stipendio di dicembre per via del provvedimento Tremonti taglia-spese dello scorso ottobre. Su Milano sono duecento precari, quasi tutti giovani e laureati. Come Elisabetta Bianchi, 31 anni, anche lei dal '99 addetta museale con poche speranze di essere assunta a tempo indeterminato. Sono precaria da sei anni - racconta ai cronisti - laureata in storia dell'arte e sono entrata con un regolare concorso. Ma la gente sa poco di noi, la nostra una figura che viene poco valorizzata. Lo stipendio? Io lavoro nel weekend, guadagno 650 euro al mese. Cos non riesco a progettare il futuro. Ma anche per tutti gli altri che lavorano a tempo pieno lo stipendio non supera i mille euro al mese, un disastro con le bollette e l'affitto da pagare, si lamenta un'altra addetta museale che per ha figli e marito a casa. Noi chiediamo garanzie per i precari e non ci fermeremo qui - aggiunge Zetti - Noti abbiamo potuto incontrare il ministro ma abbiamo gi fatto partire una lettera in cui chiediamo un incontro urgente per affrontare al pi presto questi temi. Intanto la protesta servita a far conoscere i nostri problemi all'opionione pubblica. Da almeno cinque anni - proseguono i sindacalisti - la forbice si abbatte sopra le spese di funzionamento riducendole di oltre il 50%. Questo comporta meno soldi per luce, acqua, telefono, pulizie ma anche meno soldi per le missioni, l'informatica, per la sicurezza, scuole e archivistica. Questa una scelta predeterminata, quella di rendere ingovernabile il settore in modo che via via si possa dismettere, dando la parte buona, redditizia ai privati e lasciando l'altra all'elemosina pubblica. Infine, rammentano i lavoratori, l'appeal esercitato dai flussi turistici sugli introiti che realizzano le citt d'arte o i successi delle notti bianchi non devono far dimenticare quali sono le vere condizioni in cui il personale si trova a garantire le aperture.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news