LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Grandi tele, affreschi e statue a Venaria operativi i laboratori. Nasce il terzo centro italiano di restauri
Marina Paglieri
la Repubblica- cronaca Torino, 23-NOV-2005





Presentata la scuola di alta formazione universitaria diretta da Pinin Brambilla


DUE sculture lignee di Carlo Giuseppe Plura raffiguranti santi guerrieri a grandezza naturale, frammenti di affreschi della seconda metà del Trecento, un Cristo di Pietà del '400, un bureau "alla mazzarina" eseguito dall'ebanista Luigi Prinotto. Sono questi i primi "ospiti" del Centro di restauro della Reggia di Venaria, che ha inaugurato in questi giorni i laboratori nelle ex scuderie alfieriane, su uno spazio di 7mila metri quadrati, che potrebbero divenire 10mila con l'aggiunta di maniche esterne. Il nuovo corso viene salutato dal convegno internazionale «L'alta formazione dei conservatori-restauratori. Istituzioni pubbliche e private in Europa», che si svolge oggi e domani nell'Aula Magna del Centro, alla presenza di esperti di vari paesi. Ci saranno i responsabili degli altri due poli del restauro in Italia - Cristina Acidini per l'Opificio delle Pietre dure di Firenze e Caterina Bon Valsassina per l'Istituto Centrale per il Restauro di Roma - accanto a docenti e tecnici da Parigi e Valenza, Bruxelles e Dresda, Lisbona e Vienna. Ieri i primi restauratori erano al lavoro, coordinati dalla direttrice del Laboratorio Pinin Brambilla e dal direttore scientifico Carla Enrica Spantigati. «In pochi mesi abbiamo messo in piedi la struttura, ora decideremo manmano quali settori privilegiare - ha detto Brambilla. - Sappiamo però fin d'ora che questo non sarà solo un luogo adibito al recupero, ma anche all'incontro, al dialogo e alla formazione». Ai primi pezzi, già sottoposti a radiografie e reflettografie, prima di iniziare il restauro vero e proprio, se ne aggiungeranno altri: «Le scelte cadranno in questo primo periodo sulle opere che, disperse nel tempo, dovranno rientrare in questa Reggia, oppure sui dipinti della Galleria Sabauda che verranno trasferiti nella Manica di Palazzo Reale - ha aggiunto Spantigati. - Ma stiamo trattando anche per interventi su pezzi che arriveranno da fuori, come un grande telero di Palma il Giovane che ci verrà affidato dai Musei Civici degli Eremitani di Padova». Già sono in lavorazione tre delle dieci tele con scene di caccia dipinte tra il 1660 e il 1663 dal pittore di corte Jan Miei per la Sala di Diana: per molti anni ospitate a Palazzo Madama, sono destinate a tornare nel luogo d'origine, sotto le volte affrescate dallo stesso Miei a Venaria. Tra i prossimi arrivi, i grandi ritratti di principesse e personaggi di corte a cavallo, anch'essi parte dell'apparato della Sala di Diana, ritrovati nei depositi del castello di Racconigi.
Il presidente Carlo Callieri spiega che il Centro sarà a regime con tutti i laboratori attrezzati fra non più di 4 anni, che in 600 hanno risposto anche dall'estero al recente bando per formatori e docenti, mentre sono circa 70 i ragazzi che vorrebbero seguire i primi corsi di formazione, in attesa che dal prossimo anno accademico 2006-2007 prenda il via la laurea quinquennale in restauro, a numero chiuso e frequenza obbligatoria: «Il Centro di restauro rappresenta un investimento per il futuro delle nuove generazioni, offrendo possibilità di occupazione, rivitalizzando l'intera area e consolidando il concetto di identità culturale della nostra civiltà».



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news