LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Porto Cervo, adesso c' chi frena
Vito Fiori
L'Unione Sarda 19/11/2005

Arzachena. Non molto convinto Giovanni Pileri, assessore all'urbanistica, di quel piano integrato per la riqualificazione di Porto Cervo. Mi sembra che non sia l'amministrazione a decidere
si lascia scappare ieri mattina durante il sopralluogo nel villaggio per questo ho ancora delle perplessit. Non il solo. Di dubbi, e tanti, ne ha pure Gigi Astore, assessore al turismo. Era stato detto spiega che il demanio non sarebbe stato toccato. Oggi scopro invece che il condominio previsto sulla banchina del porto vecchio ricade interamente in area demaniale. Insomma, la maggioranza, che sino a qualche giorno fa anche con qualche distinguo appariva allineata e coperta, adesso mostra le prime crepe. E cos, il progetto presentato dalla Sardegna Resorts (costola della Colony Capital di Tom Barrack) rischia di impantanarsi ancor prima della sua approvazione. A sostenerlo senza remore rimane il sindaco Pasquale Ragnedda che non smette di lodare la bont dell'iniziativa, unica nel suo genere in tutta la Sardegna. Almeno per quanto riguarda questa sorta di pianificazione urbanistica, sia pure limitata a Porto Cervo, che coinvolge pubblico e privato. Ieri mattina, il Consiglio comunale, scortato da due giovani dipendenti della societ interessata all'operazione e ai movimenti degli amministratori, ha preso visione, grazie all'ausilio delle carte, di come sar stravolto (o modificato, a dipendere dalle interpretazioni) il panorama del villaggio. Per cercare di capire meglio le pur chiare spiegazioni del dirigente tecnico Anto-nello Matiz, il gruppo si sistemato in tre diversi osservatori: davanti al cantiere nautico, di fronte alla chiesa Stella Maris e nel piazzale del vecchio porto. Ovvero, le zone maggiormente toccate dagli interventi che la Sardegna Resorts intende realizzare per eliminare un presunto degrado che nessuno riuscito ancora a notare. Gi sulla cancellazione del cantiere (si vorrebbe raderlo al suolo per un condominio a tre piani) ci sarebbe stato, proprio ieri, un ripensamento. Non sar abbattuto l'intero capannone ma solo una parte. In ogni caso, quel tanto che basta perch yacht di una certa lunghezza vadano altrove. Chiss cosa penseranno i commercianti, che sono consorziati anch'essi, quando si accorgeranno della scomparsa dei diportisti, pensa a voce alta Francesco Beccu, consigliere di minoranza. Insomma, sembra tutto pronto per la frittata. Credo dice Giovanni Andrea Giagoni, capogruppo dell'opposizione che il il dissenso nella maggioranza sia in crescita. Vedo troppe facce perplesse per non ritenere che la partita sia apertissima. Dicono che la settimana prossima Franco Carraro sar a Cagliari per incontrare Renato Soru e perorare la causa di Tom Barrack. In ballo non ci sono solo i 170 mila metri cubi (tra ristrutturazioni e nuove costruzioni) ma un business da qualche centinaio di milioni. Che, dovesse non andare a buon fine, potrebbe anche limitare il raggio d'azione della Colony Capital nell'Isola.



news

16-06-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 giugno 2019

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

Archivio news