LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gelosia e voglia di distruggere: ecco la sindrome del David
Marco Gasperetti
Corriere della sera, 20 novembre 2005

Le nuove teorie della psichiatra che analizza i legami tra ansia e arte

Studio sulle reazioni dei turisti davanti al capolavoro
La bellezza e il fascino mistico della Citt Santa possono scatenare la sindrome di Gerusalemme: chi ne soffre spesso indossa vesti bianche e si identifica con personaggi biblici
FIRENZE Da secoli, davanti alla sua perfezione assoluta, generazioni di visitatori sono state sopraffatte dall'emozione. Eppure nessuno avrebbe sospettato che la bellezza e l'armonia del David di Michelangelo fossero capaci di risvegliare pulsioni ataviche, passioni indicibili e pescare nel profondo dellEs. Vent'anni dopo la scoperta della sindrome di Stendhal una forma di incantamento che affligge alcuni turisti (un centinaio l'anno nella sola Firenze) con svenimenti, affanni e persino collassi, ecco arrivare la sindrome del David, un mix di reazioni emotive, spesso oscure, che investirebbero alcuni visitatori, soprattutto americani-La scoperta della psichiatra e docente universitaria fiorentina Graziella Magherini, la stessa studiosa che coni il termine sindrome di Stendhal, meravigliando mezzo mondo non senza polemiche e dubbi. Lo studio sul David, come anche sulle tre Piet firmate da Michelangelo, si concluder tra un anno, ma i primi risultati sono gi disponibili. La sindrome del David affonda nel profondo di ogni essere umano, nelle pulsioni, nella libido, nell'istinto di morte e di potenza. Il David incanta per la bellezza formale intrinsecaspiega Graziella Magherini , ma non provoca solo emozioni di tranquilla beatitudine estetica, il David pu suscitare senti-
menti perturbanti. Si guarda il capolavoro e ci sente forti e grandi, ma allo stesso tempo gelosi e invidiosi di questo giovane dal corpo perfetto.
Poi affiorano pulsioni vandali-che. In alcune persone analizzate conferma la studiosa abbiamo notato un desiderio di danneggiare la statua, un gesto per riaffermare il proprio io messo in pericolo da tanta opulenza esttica.
Accanto al desiderio di distruggere affiorano anche turbamenti di natura sessuale, il David, secondo la psichiatra, promuove un'identificazione erotica molto forte. Quasi tutti i visitatori considerano la statua l'emblema del maschio perfetto continua la psichiatra e nel David il sesso offerto palesemente, con una fusione tra libido ed arte.
La professoressa Magherini, che ha utilizzato anche le ricerche dello staff medico dell'ospedale Santa Maria Nuova di Firenze, ha elencato alcune reazioni emotive della nuova sindrome. Al primo posto ci sono l'attacco di panico e la perdita dei confini. Il turista si sente stordito, barcolla, teme di svenire. Subito dopo arriva un impulso vandalico. Ma insieme a questa repulsione c' un'osmosi, quasi un amore carnale nei confronti del David, il desiderio di identificarsi con il capolavoro.
Sentimenti che non sono molto diversi da quegli attacchi di panico riscontrati nella sindrome di Stendhal, ma che hanno proprie peculiarit ancora da studiare e verificare conclude la studiosa fiorentina e che potrebbero portare a conclusioni interessanti e innovative.
All'ospedale Santa Maria Nuova il dottor Paolo Rossi Prodi, direttore del reparto di psichiatria, conferma: Ricoveriamo una media di tre turisti al mese spiega ; sono per la stragrande maggioranza americani colpiti da crisi di panico. Che, dopo aver loro somministrato ansiolitici e antidepressivi, si risolvono in poche ore. Perch la maggioranza sono statunitensi? Al di l dello stress da viaggio, penso che incida anche il confronto tra una cultura artistica che non conoscono. Si trovano davanti a un mondo straordinario ma bellissimo e non reggono il confronto con questa diversit.



news

03-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 3 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

Archivio news