LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

'II museo ritrovato' Ecco i tesori salvati dai carabinieri
Raffaella Marcucci
La Nazione cronaca Firenze, 20 novembre 2005

Da domani al 'Rondò di Bacco'
Sono esposte decine dì opere recuperate dall'Arma dopo la sparizione
E' consultabile la banca dati dei beni illecitamente sottratti

Una ventina di opere di genere e epoche diverse che hanno in comune il fatto di esser state rubate e poi recuperate dal nucleo tutela patrimonio culturale dei carabinieri di Firenze e restituite ai loro legittimi proprietari, enti pubblici, parrocchie, privati. E' «II Museo ritrovato», la mostra che si inaugura domani al Rondò di Bacco, occasione per evidenziare l'attività che viene svolta dall'Arma al servizio dell'arte in stretta collaborazione con la Direzione regionale per i beni culturali e le locali soprintendenze. Senza entrare nel merito di valore e qualità, va ricordato che nella sola Toscana nel corso del 2004 sono state rubate 7800 opere e ne sono state restituite 55, oltre a numerosi reperti archeologici. Quest'anno invece il numero degli oggetti trafugati è sceso, ad oggi, a 1241 unità denunciate, con 35 «lieto fine» e 7000 controlli effettuati sul territorio. A tal proposito, in mostra è possibile consultare la «banca dati dei beni illecitamente sottratti» gestita dal comando carabinieri. Fino a gennaio viene dunque esposta una preziosa selezione di dipinti, miniature, pezzi archeologici da scavi clandestini, oggetti ripescati dal relitto del Pollux naufragato nell'800: tutte cose recuperate in Italia e all'estero a partire dagli anni Settanta, fino al recupero-lampo, che risale a pochi giorni fa (e quindi rimasto fuori dal catalogo della mostra edito da Sillabe), di alcuni dei dipinti asportati dalla Villa Brandi nel senese. Ogni pezzo con la sua storia investigativa alle spalle su cui gli specialisti dell'Arma non amano soffermarsi, salvo citare, in epoca di globalizzazione, la sinergia con le autorità, case d'aste e studiosi internazionali e la collaborazione con Scotland Yard per il felice ritrovamento a Londra di un Benozzo Bozzoli (ora in mostra) rubato in una chiesa di Calci. Ci sono opere fatte a pezzi, salvate dall'esser disperse sul mercato illegale internazionale, altre con primati poco invidiabili, come nel caso della trecentesca Madonna e Santi, un tempo nel Convento di Santa Maria dell'Incontro, che è stata rubata due volte in pochi anni, segata in tre parti e oggi definitivamente ricomposta e conservata nei depositi del Santuario della Verna. Pratica comune quella di tagliare e smembrare i dipinti per renderli meno riconoscibili (fondamentale quindi disporre di foto), più appetibili dal punto di vista commerciale. Basti pensare a quella pala d'altare del '700 esposta, trafugata nel '93 dalla chiesa di Barbiana e «moltiplica-tasi» in diversi quadri da salotto o da camera, tanti quanti erano i personaggi raffigurati.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news