LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

II parere del critico Sgarbi sulla "Madonna col Bambino: "C' la mano di Raffaello"
Giorgio Bernardini
Corriere Adriatico, 19 novembre 2005

Continua a suscitare pareri contrastanti l'opera giunta ad Urbino un anno fa e attribuita da Buffi al "divin pittore"

URBINO - Una banale copia o una replica originale eseguita dalla mano del divin pittore? La chiave di volta del mistero della "Madonna col Bambino" risiede proprio sotto lo stesso dipinto. L'opera giunta ad Urbino un anno fa ed indicata dal prof . Leonardo Buffi come un probabile "Raffaello" ha sollevato un vespaio di polemiche e commenti nel mondo dell'arte. La vicenda aveva avuto inizio nel novembre dell'anno scorso, quando l'olio su tavola (75 x 51) era arrivato nella citt natale del sommo pittore dal Museo Storico Cappuccino di Camerino per essere restaurato, poich fortemente frammentato e consumato.
Nell'occasione il prof. Buffi, esperto di analisi e indagini diagnostiche sulle opere d'arte, aveva rilevato la straordinaria somiglianza con 1' opera custodita presso l'Alte Pinakothek di Monaco. " Ho subito capito di trovarmi di fronte ad una "Madonna Tempi" ha dichiarato l'esperto diagnostico - ma bisognava cercare di accertare se si fosse trattato di una comune copia, o di una replica dell'originale eseguita dalla mano di Raffaello Sanzio". Lo "scopritore" dell'affresco, ha poi indicato con chiarezza le particolarit che avvalorano la sua tesi: " La mia conclusione che non si pu
trattare di una volgare copia. Gli elementi che mi portano ad attribuirlo al pittore urbinate sono due: in primo luogo, la fluorescenza emersa dai raggi ultravioletti; in seconda istanza il disegno a spolvero messo in evidenza dopo l'indagine rifletto-grafica". Proprio quest'ultima caratteristica, che sarebbe stata confermata dagli esami diagnostici effettuati dall'Opificio delle pietre dure di Firenze, avvalorerebbe definitivamente l'intuizione di Buffi e cancellerebbe ogni dubbio a riguardo.
Dalla sopraintendenza, per, arrivano pareri tiepidi. Lorenza Mochi Onori , sopraintendente ai Beni Culturali e Storici delle Marche invita alla prudenza: " Non ho ancora ricevuto alcuna notizia ufficiale - ha spiegato Mochi Onori - e credo che in questi casi occorra andare avanti nelle indagini con molta cautela. Anche prima di invocare l'intervento di esperti e critici "raffaellisti" opportuno che siano completati gli esami diagnostici: l'opera, comunque, molto
rovinata, e non sar un process semplice stabilirne la paternit. Al pi eminente dei critici e degli storici dell'arte italiana, l'onorevole Vittorio Sgarbi, abbiamo chiesto un parere sull'opera. In qualit di Presidente dell'Accademia delle belle arti, Sgarbi presenzier oggi alle 18 presso la Serra d'Inverno di Palazzo Ducale, all'inaugurazione dell'anno accademico ed al conferimento del premio "II Sogno di Piero" a Lucio Dalla, Enrico Grezzi, Franca Mancini Aleksandr Sokurov ed a Giorgio Bompadre in memoria.
Onorevole Vittorio Sgarbi, ha visto l'affresco in questione? "Si, l'anno scorso, ed anche se non lo ricordo benissimo ora ho la foto sotto gli occhi. " Pu esprimere un parere sul dipinto? Mi sembra di poter affermare che si possa trattare di un opera del '500, la cosa che mi pare pi chiara, nonostante sia un po' sciupato. Secondo lei, si tratta di un "Raffaello"? "Un "Raffaello giovanile" direi...gli elementi di indagine confermano l'identit stilistica del pittore".



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news