LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ABRUZZO: Dagli scavi spunta la necropoli
di SERGIO SILVA
20/11/2005, Il Messaggero (Rieti)

L’area del rinvenimento si trova tra Borbona e Montereale, a 1100 metri sul livello del mare


E’ il primo insediamento sabino scoperto dagli studiosi in Abruzzo



La scoperta risale allo scorso aprile ma la notizia è trapelata nei giorni scorsi per ragioni di sicurezza: a 1100 metri sul livello del mare è stata scoperta la prima necropoli degli antichi sabini in territorio oggi abruzzese. Sei tombe del tipo ad inumazione in fossa, cinque adulti maschi ed un bambino. Degli adulti una è donna. Il sito si trova ad una manciata di chilometri dal confine regionale, poco oltre il comune di Borbona nel territorio di Montereale. Il ritrovamento è stato possibile grazie all’azione degli operatori locali dell’Archeoclub appartenenti alla sede comprensoriale dell’Alto Velino e Tronto che hanno assunto il compito di leggere la superficie del territorio. Ed è proprio durante un’azione periodica di perlustramento dell’area che Pietro Salvatori, socio dell’archeoclub, incuriosito della presenza di un mucchietto di terra fresca rimossa da poco scopriva fra i sassi resti di corredo di una tomba ed esattamente una fibula di bronzo, una lama di coltello in ferro ed altro materiale minuto.
«Erano dei chiari segni lasciati dall’azione di uno scavo clandestino - dice il volontario - Abbiamo tempestivamente informato gli organi competenti e dopo una prima ricognizione sul campo la Soprintendenza per l’Abruzzo ha deciso di effettuare una campagna di scavo che si è svolta nei mesi di settembre e ottobre 2005. E’ un ritrovamento casuale, conclude il Salvatori, che conferma il bisogno di ampliare l’azione di salvaguardia del territorio e della valorizzazione dei nostri beni culturali che da anni, come Archeoclub, stiamo perseguendo fra notevoli difficoltà organizzativi ed economici».
Data la posizione della necropoli scoperta, appartenente ad un periodo compreso tra l’VIII ed il VI secolo a.C. è possibile parlare di un insediamento d’altura fortificato costruito per controllare la dorsale appenninica dall’ingerenza dei popoli vicini, Piceni e Pretuzi. La conferma di tale destinazione viene dalla tipologia del corredo recuperato nelle tombe: un pugnale in ferro ed una lama di lancia senza asta, un cinturone di bronzo a placche elementi appartenuti certamente ad un guerriero di rango. Dallo scavo è emerso molto vasellame sabino in ceramica rossa molto simile a quello rinvenuto nelle tombe laziali di Colle del Forno, Passo Corese e Amatrice. Un altro elemento che differenzia le tombe scoperte a Montereale da altre dell’aquilano è il ritrovamento nella fossa femminile del corredo funebre di quattro rocchetti fittili usati dalle donne di rango per la tessitura: l’uso di deporre nelle tombe gli strumenti della filatura era del tutto estraneo fra i popoli dell’Abruzzo come Vestini, Equi, Marruccini ed altri. L’area archeologica appena scoperta rientra nel territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga dove recentemente sono state ritrovate due interessanti necropoli nel territorio del comune di Amatrice. La scoperta di Montereale alimenta il dibattito sull’opportunità di iniziare un progetto che porti all’allestimento nel Parco di un museo archeologico che raccolga i reperti recuperati sulla dorsale appenninica mentre i materiali recuperati permetteranno uno studio comparato con quelli appartenenti ai Sabini tiberini.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news