LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

UNIONE/ Fassino: sul programma abbiamo idee chiarissime
20-11-2005 13:50 - Virgilio Notizie


Replica all'editoriale del Corriere


Perugia, 20 nov. (Apcom) - "Io ho le idee chiarissime". Il segretario Ds Piero Fassino, conversando con i giornalisti, replica cos a Angelo Panebianco che, sul Corriere della Sera di oggi, rimprovera alla Quercia di non avere ancora indicato "i primi due o tre atti di governo che vogliono attuare in caso di vittoria". Per, prima di procedere ad una specie di identificazione delle linee guida che dovranno ispirare il programma dell'Unione, Fassino parla delle caratteristiche dalle quali un soggetto di governo inserito in una democrazia bipolare non pu prescindere: "Il blocco - dice Fassino - dovr essere guidato da una forza principale grande e i Ds hanno dimostrato di poter essere questo soggetto di coesione. Siamo in buona salute e in questi cinque anni ci siamo presentati agli elettori come una forza che lavorava per l'unit. Le primarie sono state importantissime decretando l'incontro tra politici e cittadini e indicando la presenza di risorse vive nel Paese".

Per mettere sul piatto alcuni dei punti che dovranno caratterizzare il programma di governo dell'Unione, Fassino usa la formula della "politica di crescita corretta". Una politica di crescita che ruota attorno a cinque punti fondamentali. "Dovremo puntare - inizia ad elencare Fassino - sulla specializzazione tecnologica richiamando quel mix produttivo che sta caratterizzando la crescita di altri Paesi industrializzati. Ancora, la qualificazione delle risorse umane con i nostri laureati che sono in media la met rispetto ai Paesi concorrenti. Con un ammodernamento infrastrutturale del Paese, e penso ad una politica della 'portualit' per cui se il cuore dinamico dell'economia mondiale si sta spostando in Asia le relazioni dovranno necessariamente passare per il Mediterraneo e in questo contesto l'Italia dovr sfruttare la sua caratteristica di gigantesco molo".

Serve insomma, "una scelta di internazionalizzazione da fare cercando di contrastare la piccola dimensione delle imprese italiane, che nel 95% dei casi non superano i 30 addetti rendendo difficili in questo modo gli investimenti esteri ed infine una valorizzazione della civilt italiana. Civilt italiana fatta di patrimonio artistico e beni culturali che, ad esempio non dovranno restare fuori dalla nuova ondata di turismo cinese, si prevede un flusso di 50 milioni, che grazie all'accordo Ue-Cina per la facilitazione del rilascio dei permessi, si determiner in Europa nei prossimi anni".

Queste le leve su cui agire. Seconda questione riguarda il modo. "Non escluderei la liberalizzazione di certi settori - dichiara Fassino - e nemmeno una politica fiscale funzionale".

Terza, ma non ultima questione per il segretario dei Ds, quella che chiama in causa il Welfare. "Possiamo permetterci un Welfare - si chiede Fassino - guardando a quanto sta succedendo a Parigi. Direi piuttosto che la domanda dovrebbe essere il come poterci permettere una politica di coesione sociale". "E' un tema delicato - conclude Fassino - perch bisogna affrontare dei nodi. Fare prima di tutto in modo che la flessibilit sia diversa dalla precariet grazie all'utilizzo degli strumenti degli ammortizzatori sociali. Presupporre un sistema di prestito in banca agevolato e ripensare un sistema previdenziale che si svincoli dalla vecchia concezione per cui anni fa una volta andati in pensione l'aspettativa di vita poteva corrispondere all'incirca a cinque anni". L'eccessiva legificazione per Fassino pu diventare un fattore di inefficienza. "Bisogna ridurre le leggi perch il lasso di tempo che intercorre da una necessit che si produce e la risposta del Parlamento per forza di cosa ampio".




news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news