LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Alberghi e golf nei luoghi delle miniere
Filippo Peretti
La Nuova Sardegna 18/11/2005

CAGLIARI. Dopo il volo in elicottero di Renato Soru con imprenditori interessati a investire in Sardegna, la giunta regionale ha approvato il bando di gara internazionale per trasformare alcune aree ex minerarie in zone turistiche. Il
provvedimento riguarda il Sulcis-Iglesiente, da Masua a Ingurtosu, mentre nel piano non stata ricompresa, per ora, la parte del l'isola dell'Asinara esterna al parco nazionale, come era stato invece annunciato qualche settimana fa.
Il bando di gara approvato ieri dalla giunta stato denominato Pietre della fantasia e del desiderio ed diviso in due lotti, tutti all'interno delle aree del Parco geominerario, di propriet dell'Igea, societ controllata al cento per cento dalla Regione.
Il primo lotto comprende la zona di Masua (sino al mare) e di Monte Agruxiau, per una superfice di 318 ettari e con una volumetria massima di 160 mila metri cubi (120 mila a Masua,40 mila a Monte Agruxiau). Il secondo lotto comprende le zone (non a mare) di Ingurtosu, Pitzinurri e Naracauli, per una superfice di 329 ettari e una volumetria possibile di 100 mila metri cubi (30 mila a Ingurtosu, il resto nelle altre due realt). In coerenza con i criteri di formazione del Piano paesistico regionale (che dovrebbe avere l'approvazione provvisoria della giunta a fine mese), nei due lotti verrebbero mantenute le cubature esistenti.
Il bando invita gli imprenditori a manifestare interesse (entro trenta giorni) e poi a fare delle offerte e delle proposte. L'offerta dovr essere duplice, una sul tipo di contratto (acquisto o in concessione pluriennale), l'altra sui soldi da versare alle casse pubbliche. Le proposte dovranno essere sul progetto urbanistico e turistico, sul programma di investimenti relativi anche all'occupazione e alla riqualificazione ambientale.
A dare i voti - in base ai criteri che verranno fissati - sar un organo di valutazione insindacabile formato dal direttore generale della presidenza della Regione,dal direttore generale della Pianicazione urbanistica territoriale, dal direttore del Centro di programmazione, dal direttore del Parco geominerario e da tre esperti nominati dalla giunta.
Nella fase di preselezione, la Regione con giudizio discrezionale insindacabile proceder a ridurre i concorrenti a un numero massimo di sei.
L'oggetto del bando prevede che nelle zone delimitate dai bandi saranno possibili - si legge nel documento approvato dalla giunta - interventi di ristrutturazione alberghiera ricettiva con annessi centri benessere, strutture sportive e per il golf, interventi di miglioramento ambientale e di forestazione, strutture di supporto alla fruizione turistica dei siti di archeologia industriale. Il bando afferma anche che i progetti dovranno tener conto principalmente dei contesti ambientali, paesaggistici, storici e culturali che hanno confermato gli insediamenti preesistenti e dovranno dar conto del massimo livello di integrazione con le esigenze di sostenibilit ambientali delle trasformazioni nonch del carico insediativo previsto o potenziale. La filosofia del bando quella di coniugare la crescita e lo sviluppo locale con lo sviluppo sostenibile attuando, recita la delibera della giunta, uno dei fondamentali punti programmatici della maggioranza.
Il bando votato ieri dalla giunta rappresenta la prima esperienza di valorizzazione del patrimonio regionale con la priorit di restituire alle zone minerarie una nuova vita produttiva. Si punta a una ristrutturazione degli immobili
esistenti (ristrutturazione significa anche demolizione e ricostruzione anche con progetti urbanistici e architettonici diversi) con una linea generale di condotta edilizia e l'uso dei materiali locali che traggono la loro origine proprio Sai contestistoricieindustriali interessati. La sfida - ha detto l'assessore all'Urbanistica Gian Valerio Sanna - quella di valorizzare il territorio e il paesaggio, nonch ad assegnare a essi una prospettiva economica, turistica e soprattutto una migliore qualit della vita. Sar proprio Sanna - l'incarico gli stato assegnato con l'approvazione della delibera - ad attivare le procedure di attuazione del piano.
Per la presentazione delle manifestazione di interesse i concorrenti avranno 30 giorni di tempo dalla data di pubblicazione del bando, poi dopo che la Regione decider i soggetti ammessi decorreranno quattro mesi per la presentazione dei progetti e delle offerte, quindi l'aggiudicazione finale dovr essere decisa dalla Regione entro tre mesi.



news

13-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news