LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Museo come un blog
ANTONELLA PIPERNO
Panorama, 24/11/2005

EBRAISMO/1 NUOVA ESPOSIZIONE ALLA SINAGOGA DI ROMA

La storia e la cultura della pi antica comunit d'Europa in un rinnovato percorso didattico di 600 metri quadrati. Per raccontare l'apporto degli ebrei romani alla civilt.

Mixando arditamente antico e moderno si potrebbe paragonare il nuovo museo ebraico di Roma a una sorta di blog della pi antica comunit d'Europa: un racconto espositivo della sua storia e della sua cultura, con sala dedicata alle feste della vita, dove campeggia una tavola apparecchiata, come tradizione comanda, per lo shabat, il sabato ebraico.
Ma sarebbe un errore considerarlo una meta destinata a interessare soltanto gli ebrei, italiani o stranieri che siano. Lo spazio che viene inaugurato il 22 novembre nei locali della sinagoga di lungotevere Cenci (aperto da domenica a gioved dalle 10 alle 17; venerd dalle 9 alle 14, sabato e festivit ebraiche chiuso; ingresso 7,50 euro) punta a catturare gli studenti, i turisti, come pure gli appassionati di storia dell'arte, degli argenti, dei marmi e dei tessuti antichi, considerando l'imponenza delle collezioni in mostra, con centinaia di pezzi che arrivano da ogni parte d'Europa, alcuni dei quali del lontano Quattrocento.
Difficile, di fronte a tanta abbondanza, pensare che esistesse gi tutto. Perch il nuovo museo ebraico semplicemente il frutto di un nuovo allestimento, di un trasloco e di un sapiente percorso didattico che la comunit ebraica ha allestito grazie al sostegno del ministero dei Beni culturali, dell'Unione Europea e anche di Regione Lazio, Comune di Roma e Alcatel. Il museo esisteva dal 1959 ma era sacrificato al pianoterra del complesso della Sinagoga, in appena 200 metri quadrati, con i pezzi in mostra ammassati e poco valorizzati. Quattro anni fa partito il progetto per farlo scendere nel seminterrato della sinagoga, 600 metri per l'occasione bonificati dal ministero dei Beni culturali, che fino ad allora ospitavano il forno per il pane azzimo della Pasqua e le riunioni dei centri giovanili. Il nuovo spazio ci ha permesso di creare un percorso didattico che da finalmente lustro agli oggetti spiega a Panorama la storica dell'arte e direttrice del museo Daniela Di Castro e di raccontare l'apporto degli ebrei romani alla civilt, che va molto al di l del folclore e dei carciofi alla giudia. Il nuovo museo, progettato da Manuela Luca Dazio, accoglier i visitatori in sei sale espositive, con pannelli illustrati da didascalie in italiano, inglese ed ebraico, e vetrine costruite dalla stessa ditta che ha curato quella che protegge la Gioconda al Louvre. La prima sala dedicata al Guardaroba dei tessuti, con velluti rinascimentali decorati da fili d'oro e ricami e merletti di et barocca.
La seconda sala, Da Judei a giudei, espone calchi di lapidi delle catacombe di Roma e della sinagoga di Ostia antica che insieme a manoscritti del Medioevo puntano a ricostruire la presenza ininterrotta degli ebrei nella capitale per oltre 2 mila anni. A chiarire, insomma, che lontani dall'essere una sorta di immigrati, gli ebrei vantano una romanit pi antica degli abitanti di svariati rioni.
E anche tradizioni radicatissime: prima di accedere alla terza sala, dedicata alle Feste dell'anno, con la menorah, il candelabro che si mette in tavola per il sabato ebraico, e lo shofar, il corno che si suona in sinagoga nella ricorrenza del Kippur, c' il Corridoio del ghetto e delle Cinque scole che illustra le ricette della cucina ebraica, il dialetto giudaico-romanesco, gli antichi mestieri.
La quarta sala dedicata ad argenti, tessuti e marmi policromi, un tributo agli oggetti che gli ebrei del ghetto
donarono alle loro sinagoghe. Impossibile poi, quando si parla d ebrei capitolini, non ricordare le leggi razziali: il compito affidato al video Una stella sul Tevere. Gli ebrei dall'emancipazione a oggi, che attraverso testimonianze e filmati si sofferma sul tragico periodo delle deportazioni. Anche se, pi che a concentrarsi sulle sofferenze ebraiche, il museo punta a esaltare vita e tradizioni. Mettendo in mostra anche i talled, gli scialli di preghiera maschili, e le ketubah, le pergamene decorate dei contratti matrimoniali.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news