LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Patrimonio dell'Unesco nella lista c' la Mostra
DONATELLA BERNAB SILORATA
La Repubblica - Napoli, 18/11/2005

La Iervolino chiede l'inserimento del Parco d'Oltremare nell'elenco dei monumenti protetti

NEL dicembre di dieci anni fa il centro storico di Napoli entrava nella lista del patrimonio mondiale dell'umanit. Nella domanda presentata all'Unesco, un anno prima, nel 1994, si sottolineava l'evoluzione urbana, architettonica e culturale della citt, dalla fondazione greca alla prima decade del Novecento. Il documento raccontava venticinque secoli di storia, di cambiamenti, di stili e di epoche. Ma dimenticava un tassello importante della vicenda architettonica della citt: il decennio 1930-1940, quello dell'edilizia di regime che modific non poco la fisionomia urbana, dal centro alla periferia occidentale. In quegli anni non solo veniva ripensato il quartiere rione Carit con edificazioni monumentali come il palazzo delle Poste e quello della Provincia, ma si compiva l'espansione della citt verso occidente con il risanamento del borgo di Fuorigrotta, l'insediamento industriale di Bagnoli e la realizzazione dell'imponente Parco della Mostra d'Oltremare. Il tutto ad opera di un gruppo di giovani architetti della corrente razionalista che, nella progettazione e realizzazione, seppe piegare le esigenze della monumentalit alla funzionalit.
Di questo capitolo della storia architettonica della citt non si fa cenno nel documento stilato nel 1994 e presentato alla commissione dell'Unesco. Ne chiediamo oggi pubblicamente ammenda dichiara Francesco Lucarelli, tra i tre proponenti e firmatari di quel documento insieme a Ugo Carughi e De Cunzo , e lo facciamo presentando all'Unesco la domanda di inserimento del parco della Mostra d'Oltremare nella lista del patrimonio mondiale, considerata la sua unicit e il suo valore storico e architettonico di primo parco attrezzato urbano e multifunzionale di Italia. La richiesta viene presentata ufficialmente questa mattina dal sindaco Rosa Iervolino Russo nell'ambito del convegno internazionale "L'architettura moderna e il patrimonio
mondiale. Il ruolo dell'Unesco e la Modern Heritage List" che si svolge al teatro Mediterraneo oggi e domani. La Mostra d'Oltremare aggiunge Lucarelli l'unico esempio di gestione e valorizzazione che funziona e che ci consente oggi di presentare all'Unesco una carta valida per la citt in un contesto dove ci sono pi ombre che luci come l'Albergo dei Poveri che in dieci anni non ha visto neanche la messa in sicurezza.
Al centro della due giorni il complesso dunque della Mostra d'Oltremare come sito architettonico di rilievo del XX secolo da tutelare e come modello di gestione. Dal 1999 abbiamo intrapreso un percorso di valorizzazione del complesso a torto considerato meramente come un quartiere fieristico e non un esempio di architettura, spiega Raffaele Cercola, presidente dell'Ente Mostra. Negli ultimi sette anni la Mostra vive un processo quotidiano di riqualificazione fatta di piccoli e grandi restauri che procedono senza interrompere le attivit fieristiche, principale motore economico dell'ente. Solo nell'ultimo anno sono state restituiti alla citt la piscina coperta e l'ingresso principale all'arena dove stato ricostruito il vecchio impianto nel suo disegno originario con anche il rimpianto dell'agrumeto. Da un anno in restauro la monumentale fontana dell'Esedra dismessa dalla met degli anni Settanta: il progetto di recupero costato 6 milioni di euro
sar ultimato in primavera e vedr il ripristino della fontana con
gli spettacolari giochi d'acqua, suoni e colori. Di prossima apertura invece saranno gli interventi di restauro del palazzo Marina Mercantile, il ristorante della piscina come da originario progetto di Carlo Cocchia, il palazzo degli Uffici Canino che secondo il piano urbanistico del Comune sar destinato a struttura ricettiva turistica e congressuale. In partenariato con Regione, Provincia, Comune e Camera di commercio verr inoltre restaurato il padiglione Libia per ospitare il "Borgo dell'artigianato".



news

14-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 14 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news