LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sicilia: Cade sotto la scure dell'esame di costituzionalità una parte del provvedimento sugli edifici in demanio marittimo
ANTONIO FRASCHILIA
La Repubblica, ed. Palermo, 17 novembre 2005

"No a sanatorie": legge impugnata
Coscio si infuria: "E commissario ha preso un abbaglio"

«SI tratta di una sanatoria strisciante»: per questo motivo il commissario dello Stato ha impugnato parte della legge approvata il 9 novembre all'Ars sulle "Disposizioni sul rilascio delle concessioni di beni demaniali e sull'esercizio diretto delle funzioni amministrative in materia di demanio marittimo", voluta fortemente dal governo Cuffaro. La parte "incriminata" (la lettera"e"del primo comma dell'articolo 1) di una legge che in generale riguarda la durata e i contenuti delle concessioni consentite per attività eco-nomiche e turi-stiche era stata inserita per consentire «il mantenimento di manufatti che siano una porzione di un edificio realizzato al di fuori dell'area del demanio».
«Questo comma consentirebbe nella sostanza la sanatoria di immobili costruiti abusivamente sul demanio», scrive nella relazione inviata alla Corte costituzionale il prefetto Carlo Fanara, commissario dello Stato alla Regione. Secondo il commissario, se messa in pratica la legge così come approvata all'Ars, si «avrebbero in Sicilia effetti dirompenti sull'equilibrio del territorio, giacché potrebbero essere mantenuti illegittimamente sul demanio marittimo centinaia di manufatti realizzati sulle coste per uso turistico, balneare, sportivo o ricreativo». Il tutto in violazione delle norme vigenti che prevedono «il vincolo di inedificabilità assoluta sulla fascia costiera» per tutelare il paesaggio e «il corretto assetto idrogeologico».
Per Fanara la lettera "e" violerebbe gli articoli 3,9 e 37 della Costituzione e gli articoli 14 e 17 dello Statuto speciale della Regione siciliana. Secondo l'assessore al Territorio, Francesco Cascio, si tratta invece di un «grande abbaglio» del prefetto Fanara: «II comma riguarda immobili costruiti con regolari concessioni edilizie prima della demarcazione del territorio demaniale, demarcazione che ha in alcuni casi spezzato strutture che adesso si trovano per metà su terreno demaniale e per metà su terreno privato — ribatte Cascio — Noi andiamo avanti comunque: la settimana prossima elimineremo con un ordine del giorno la lettera "e" del comma impugnato e pubblicheremo poi la legge sulla Gazzetta ufficiale».
Di tutt'altro parere ambientalisti e opposizione: «Uno stop importante alle tentazioni condoniste» per Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente e deputato della Margherita. Va giù duro Francesco Forgione, capogruppo di Rifondazione all'Ars: «L'impugnativa ripristina la legalità e il rispetto della Costituzione, l'assessore Cascio vede sconfessato il suo disegno di mascherare un condono del saccheggio delle coste e delle aree protette». Per Giovanni Barbagallo, capogruppo della Margherita, «c'è da augurarsi che in questo ultimo scorcio di legislatura il governo Cuffaro non cerchi di fa-approvare non compatibili con la tutela del nostro patrimonio ambientale».
Via libera comunque al resto della legge e, in particolare, all'articolo 1 che prevede che la concessione dei beni demaniali marittimi possa essere rilasciata, oltre che per servizi pubblici e per servizi di attività portuali e produttive, anche per tante altre attività che mirano a trasformare la Sicilia nella riviera del Sud. Sui nostri litorali potranno sorgere palestre, centri sportivi e di benessere, acquapark, ristoranti, bar, botteghe artigianali, officine e cantieri nautici. «Questa legge vuole far diventare le nostre spiagge non più un problema di gestione ma una fonte di reddito per i siciliani, e consentire un aumento dei servizi sulle nostre coste», conclude l'assessore Cascio.



news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news