LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Buttiglione: "Un progetto a scopo di lucro ma non mi farò scippare così"
Alessandra Rota
17/11/2005 La Repubblica

Il ministro Buttigliene smentisce che il documento rappresenti la posizione del governo


ROMA — «Ci si è lanciati con furore contro un nemico che non esiste. Tutti sanno che sono contrario a qualunque progetto di radicale privatizzazione dei beni culturali e di un loro uso a scopi di lucro».

Il ministro Rocco Buttigliene smentisce che il documento citato ieri su Repubblica nell'articolo di Salvatore Settis sia la posizione del governo, «ma» sottolinea «soprattutto non è la mia posizione, anzi».

Allora è quella del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta che ha distribuito il documento ai ministri?

«Assolutamente no, ci ho parlato personalmente».

E di chi è?
«Di un esimio giurista, di un rispettabilissimo funzionario dello Stato che, visto che siamo un paese democratico, ha espresso il suo parere. C'è libertà di parola e di espressione. O no?».

L'esimio giurista è Giuseppe Guarino?

«Non faccio nomi, anche se forse sono rimasto l'ultimo difensore della privacy».

Se non fosse uscito sul giornale però il documento sarebbe finito nell'ordine del giorno del Consiglio dei ministri.

«Nel Consiglio dei ministri si discuterà delle mie valutazioni sulla valorizzazione, utilizzazione e fruizione del patrimonio culturale italiano. Certo, se la maggioranza del Consiglio boccia la mia proposta... Non credo che ci saranno altre
"voci", tanto meno questa».

Il documento che si occupa dell'articolo 115 è molto preciso nell'indicare i criteri di "sfruttabilità" di quelle che si vorrebbe diventassero aziende culturali e se la prende con il "partito dei puristi".

«è una proposta ben congegnata ma non rispecchia assolutamente il punto di vista del ministro. È solo un contributo per certi versi provocatorio».

Provocatorio per chi?
«Non per me. Ho detto più volte che i privati possono entrare nella gestione dei Beni culturali con il sistema delle Fondazioni e, sottolineo, senza scopo di lucro. Questa è la strada che stiamo perseguendo».

Nel documento della discordia è citato il sistema inglese come esempio di "una politica generale della gestione": il British Museum gratuito ma Tate, Hampton Court, Victoria and Albert Museum a caro prezzo. Che ne pensa?

«Che in Italia non è possibile. Ma questa non è una novità per nessuno. Io spesso faccio riferimento al sistema americano. Qui da noi sarebbe inapplicabile. Negli Usa la pressione fiscale è molto più bassa, mentre le agevolazioni per chi si occupa economicamente di cultura sono molto alte. Non solo: i privati sono abituati a fare donazioni e i musei godono di un patrimonio personale. Il Paul Getty dispone di 9 miliardi di euro. È un modello che in Italia non tiene e, secondo me. non ci arriveremo mai».
Possiamo stare tranquilli? «Per quello che riguarda il ministro sì».



news

22-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 22 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news