LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nel vivo il processo Getty Museum
www.iltempo.it, giovedì 17 novembre 2005




Reperti archeologici trafugati in Italia e rivenduti negli Stati Uniti


CON LA COSTITUZIONE di parte civile della Regione Sicilia, di Italia Nostra e di un privato, che si aggiungono all’avvocatura dello stato, e l’esame di una raffica di eccezioni preliminari, è entrato nel vivo, a Roma, il processo per la vicenda dei beni archeologici trafugati in Italia, ripuliti in Svizzera e rivenduti al Paul Getty Museum di Los Angeles. Due gli imputati: Marion True, ex curatrice del museo che, ieri, per la prima volta, è comparsa in aula, e l’intermediario svizzero Emanuel Robert Hecht. Associazione per delinquere, ricettazione, reati specifici relativi al commercio di beni archeologici e omessa denuncia di reperto le contestazioni mosse ai due dal pm Paolo Ferri. Prima della definizione delle parti civili, il collegio della sesta sezione del tribunale, presieduto da Gustavo Barbarinaldo, ha disposto la restituzione di alcuni atti al pm affinché proceda per soppressione di atti poiché nel fascicolo non è presente in modo completo (la pagina è strappata) la relata di notifica del capo di imputazione consegnato a Hecht. Il tribunale ha poi respinto due eccezioni: una riguardante l’incompatibilità del gup Guglielmo Muntoni, magistrato che ha disposto il rinvio a giudizio dei due imputati e che il 4 marzo scorso condannò a dieci anni di reclusione con il rito abbreviato Giacomo Medici, romano residente a Ginevra, ritenuto dall’accusa il più grande trafficante italiano di reperti archeologici trafugati dai tombaroli. La seconda riguardante alcune presunte imprecisioni del capo di imputazione. Gli avvocati difensori hanno eccepito anche altre questioni, come la presenza nel fascicolo processuale di alcuni atti. Per l’accusa Marion True, fino al 1998 responsabile delle acquisizioni, dell’esposizione e della conservazione del dipartimento archeologico del Paul Getty Museum, avrebbe acquistato, tramite alcuni intermediari, una trentina di opere d’arte di provenienza illecita pur sapendo che si trattava di beni archeologici trafugati da tombaroli. Recentemente tre opere sono state riconsegnate dal museo all’Italia. Delle successive eccezioni preliminari sollevate dalla difesa, una delle quali riguardanti la riunione del procedimento a un altro concernente sempre il traffico di reperti archeologici, il tribunale ha accolto solo quella relativa all'esclusione dal fascicolo processuale di alcuni atti allegati alla memoria del pubblico ministero e alle rogatorie internazionali svolte durante l'inchiesta. È stato, inoltre, stilato il calendario delle prossime udienze: 5 e 16 dicembre; 13 gennaio; 8 febbraio; 8 e 29 marzo; 7 e 26 aprile, 31 maggio e 21 giugno. Marion True ha lasciato l'aula della sesta sezione senza rilasciare dichiarazioni.




news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news